Si nasconde nella casa di una ragazzina e attacca il padre: 16enne accusato di tentato omicidio

accoltella il padre della ragazzina

Stalking, tentato omicidio, lesioni e violazione di domicilio. Sono le accuse rivolte ad un minorenne entrato di notte nella casa di una giovane della quale si era invaghito

Si è invagito di una ragazzina e ha pensato bene di entrare nel cuore della notte nella sua casa. Ma è stato scoperto dal padre di lei e per questo ha reagito aggredendolo con un coltello. La vicenda è avvenuta nelle scorse ore nel comune di Portomaggiore, in provincia di Ferrara, e riguarda un sedicenne, che i carabinieri hanno successivamente fermato e che è stato immediatamente accusato di tentato omicidio dopo aver ricostruito nel dettaglio la dinamica dei fatti; accusa alla quale si sommano quelle di lesioni e di violazione di domicilio. Per tali ragioni è stato condotto al centro di prima accoglienza per minori dove nella giornata odierna c’è stata l’udienza di convalida dell’arresto.

LEGGI ANCHE =>> Neonato muore dopo rito battesimale ortodosso: sacerdote indagato per omicidio colposo

Prognosi di 10 giorni per l’uomo aggredito dal 16enne

Le forze dell’ordine hanno ricostruito con esattezza l’accaduto: il 16enne si sarebbe nascosto in uno sgabuzzino, intenzionato ad assalire la ragazza della quale si era invagito ma che non ricambiava. È inoltre emerso che già nei giorni precedenti aveva ripetutamente minacciato la giovani, la quale aveva deciso di interrompere il loro rapporto di amicizia e per questo è accusato anche di stalking. Scoperto dal padre di lei, l’avrebbe aggredito ferendolo alla testa, all’addome e al braccio e solo con l’aiuto della convivente è riuscito a bloccarlo. All’uomo i medici dell’ospedale di Cona hanno dato una prognosi di dieci giorni.