Accoltella la moglie in strada con dieci fendenti, fermato dai passanti: la donna è morta

 

femminicidio a roma

A Roma un uomo originario dello Sri Lanka ha attaccato la moglie con un coltello al culmine di una lite provocandole ferite mortali. Il 49enne è stato arrestato poco dopo

Drammatico caso di femminicidio in mezzo alla strada e in pieno giorno. È accaduto nel pomeriggio del 29 maggio a Roma dove un uomo, in via Leonardo Greppi, ha improvvisamente attaccato la moglie con un coltello sferrando contro di lei almeno una decina di fendenti. Alcuni passanti hanno assistito con orrore all’accoltellamento, allertando immediatamente le forze dell’ordine e alcuni di loro sono intervenuti per bloccare l’assassino, un uomo originario dello Sri Lanka che avrebbe accoltellato la donna al culmine di un violento litigio in strada. L’autore del gesto è stato arrestato, senza opporre resistenza, dalle forze di polizia intervenute in una manciata di minuti: ha 39 anni e al momento non sono chiare le ragioni del gesto. Per la donna, raggiunta al petto e in varie parti del corpo da diverse coltellate, non c’è stato nulla da fare: è rimasta sdraiata e cosciente in strada fino all’arrivo dell’ambulanza ed è stata trasportata in codice rosso in ospedale dove purtroppo è deceduta.

LEGGI ANCHE =>> Uccide l’ex moglie con un accetta e poi tenta il sui

cidio: un nuovo tremendo femminicidio

L’uomo trovato dagli agenti con ancora il coltello in mano

Proprio le due coltellate ricevute al petto sarebbero risultate letali per la donna, deceduta con tutta probabilità a causa di una grave emorragia. Il marito è stato trovato in strada con ancora il coltello tra le mani dagli agenti giunti in gran quantità sul luogo del delitto. L’arresto è avvenuto con l’accusa di omicidio della moglie, originaria come lui dello Sri Lanka. Sul posto anche la polizia scientifica, che ha svolto tutti i necessari rilievi. Nelle prossime ore verrà probabilmente interrogato per cercare di chiarire nel dettaglio le ragioni del gesto.