Schianto frontale mentre torna a casa dal lavoro: il dramma di Antonio, morto a 30 anni

grave incidente

Una guardia giurata di rientro a casa dopo il turno di notte è morta in seguito ad un grave incidente con un camion avvenuto nel Bolognese. Per il 30enne non c’è stato nulla da fare

Stava semplicemente facendo rientro a casa dopo aver coperto il turno di notte come guardia giurata, ma nella sua abitazione non è mai arrivato, morto a seguito di
un grave incidente stradale. La vittima è Antonio Corigliano, 30enne nato nel comune di Grumo Nevano, nel Napoletano, ma che viveva a Gaggio Montano. Ci troviamo
nel Bolognese: l’incidente è avvenuto a poca distanza dal suo paese di residenza, in località Vergato sulla statale 64 Porrettana. Qui l’auto sulla quale viaggiava è andata a schiantarsi contro un camion: se il conducente dell’autocarro non ha riportato ferite, per il 30enne le cose si sono messe davvero male. Corigliano si trovava a bordo di una Panda della ditta per la quale lavorava come guardia giurata: i soccorritori non hanno potuto fare nulla per salvarlo, dichiarandone inevitabilmente il decesso.

LEGGI ANCHE =>> Gravissimo incidente mortale: motociclista scagliato a terra dopo uno scontro con due auto

Statale Porrettana chiusa al traffico per sei ore

Come evidenziato dai rilievi effettuati dai carabinieri di Vergato, intervenuti sul posto insieme agli uomini del 118, il sinistro si è verificato intorno alle 6 del mattino al km 52,500 all’altezza della frazine di Carbona a Vergato e lo schianto è stato frontale ma l’esatta dinamica dell’incidente deve ancora essere chiarita. Per consentire di rimettere il tratto stradale in sicurezza la statale è rimasta chiusa al traffico per ore deviando inizialmente la viabilità sulla vecchia strada Porrettana in entrambe i sensi di marcia. Solo sei ore dopo, intorno a mezzogiorno, la statale è stata riaperta alla circolazione.