Auto si schianta contro un tir e finisce sotto al rimorchio: muore un 45enne

tremendo incidente per longhi

Aveva 45anni Riccardo Longhi, geometra di Barbariga deceduto sul colpo in un gravissimo incidente avvenuto sull’autostrada A21. L’auto è diventata un cumulo di lamiere

Il suo decesso è avvenuto in pochi istanti, dopo un tremendo incidente in autostrada. È scomparso a soli 45 anni, lasciando un grande vuoto nella sua comunità, tra parenti, amici e conoscenti, Riccardo Longhi di Barbariga, piccolo paese nella provincia di Brescia. Il disastro è avenuto però in territorio di Piacenza, sull’autostrada A21 dove Longhisi trovava a bordo di una Volkswagen Golf con la quale, per ragioni ancora da chiarire, sarebbe andato a schiantarsi contro un Tir che si trovava proprio davanti al suo veicolo. Saranno gli agenti della Polstrada di Cremona, intervenuti sulla scena per effettuare tutti i necessari rilievi, a dover cercare di chiarire la dinamica del sinistro che ha avuto un epilogo terribile. Infatti l’auto di Riccardo, completamente distrutta, è andata a infilarsi proprio sotto al rimorchio del mezzo pesante e di essa non sono rimaste che un groviglio di lamiere mentre il 45enne è morto sul colpo e i soccorritori non hanno potuto fare altro che dichiararne il decesso.

LEGGI ANCHE =>> Ferrari si schianta contro il guardrail: incidente fatale per un 56enne

Lascia i genitori e la sorella Sonia

Il dramma è avvenuto nella tarda mattinata del 9 giugno in direzione Brescia, quando in autostrada il traffico era ancora piuttosto intenso con code e rallentamenti diffusi, a seguito di un precedente incidente avvenuto intorno alle 8. Verso le 10-10.30 invece è avvenuto il secondo schianto. Longhi non si sarebbe accorto che il camion davanti a lui era quasi fermo, andando a impattare contro di esso a grande velocità; non sono stati infatti rilevati segni di una frenata. Nell’impatto, peraltro, anche un furgone della polizia è rimasto coinvolto e sono stati soccorse due persone con ferite lievi mentre il conducente del tir è uscito illeso dal mezzo. Le ipotesi aperte restano due: il malore improvviso o una distrazione al volante. Nel frattempo per tutti gli approfondimenti del caso la salma del geometra che lavorava alla Wood Beton di Iseo, è a disposizione della magistratura. Oltre ai genitori Rosanna e Battista, lascia la sorella Sonia.