La Cina attacca l’Occidente con una vignetta satirica denominata ‘L’Ultimo G7’

I leader dei 7 Paesi più potenti al mondo si sono incontrati in Cornovaglia, nel Regno Unito, per il vertice del G7. La Cina ha condiviso una vignetta satirica raffigurante “l’Ultima Cena” dell’Occidente.

Un’illustrazione che si ispira al Cenacolo di Leonardo Da Vinci, raffigurante Stati Uniti, Regno Unito, Italia, Canada, Giappone, Germania, Francia, India e Australia con le sembianze dei loro animali nazionali intenti a tramare per la leadership del mondo, è il modo singolare con il quale la Cina ha attaccato i Paesi del G7.

La vignetta è intitolata ‘The Last G7’ (‘L’Ultimo G7’) ed è stata pubblicata il 12 giugno dall’utente Bantonglaoatang su ‘Sina Weibo’, una piattaforma social cinese molto simile a Twitter. Questa vignetta non ha natura ufficiale, ma svela il pensiero di certi ambienti di Pechino in merito alla riunione dei leader dei sette Stati più potenti al mondo.

L’illustrazione è stata anche ripubblicata dai portavoce del Partito Comunista tra cui The Global Times. Nella vignetta gli animali sono seduti attorno al tavolo, con al di sopra di esso una torta a forma di mappa cinese. Il titolo dell’immagine presenta questa frase: “Così possiamo ancora governare il mondo”. I leader dei 7 Paesi sono, inoltre, circondati da molto denaro sul tavolo.

‘The Last G7’: la vignetta satirica raffigurante i 7 Paesi del G7 con le sembianze dei loro animali nazionali intenti a tramare per la leadership del mondo

Questo ‘attacco’ della Cina è arrivato dopo che l’Australia ha ricevuto sostegno e favori economici nella sua spinta per una nuova inchiesta sull’origine del virus Covid-19. Inoltre, il sostegno è stato dato anche per affrontare la distorsione economica cinese e le repressioni autoritarie a Hong Kong.

Il Global Times, un tabloid quotidiano prodotto dal quotidiano ufficiale del Partito Comunista Cinese, il Quotidiano del Popolo, ha anche affermato: “Il canguro simboleggia l’Australia dalla doppia faccia che collabora attivamente con gli Stati Uniti nel contenere la Cina, ma è anche desiderosa di guadagnare denaro dalla Cina, il suo più grande partner commerciale”.

Infatti, si nota come il canguro, in rappresentanza dell’Australia, si allunghi sul tavolo per raggiungere i soldi che gli Stati Uniti hanno stampato.

E ancora: “Ogni membro del G7 ha il proprio specifico interesse personale nei complotti decisi di comune accordo contro la Cina e per sostenere l’egemonia occidentale”.