Sgarbi attacca Casalino: “Ricominciate le tempeste di me**a contro chi critica i 5 Stelle”

Con un post su Facebook, Vittorio Sgarbi ha attaccato pesantemente Rocco Casalino, tornato di nuovo a occuparsi della comunicazione dei 5 Stelle in Parlamento.

Rocco Casalino, dopo la sua esperienza a Palazzo Chigi come portavoce di Giuseppe Conte, è tornato ultimamente a occuparsi della comunicazione dei gruppi parlamentari del Movimento 5 Stelle.

Nelle ultime ore Sgarbi ha pesantemente attaccato Rocco Casalino con un post, senza peli sulla lingua, sul suo profilo Facebook: “Da quando Casalino è tornato ad occuparsi di Comunicazione (si fa per dire…) sono ricominciate le cosiddette tempeste di me**a contro chi critica i 5 Stelle”.

E ancora: “Funziona così: tu fai una critica alla Raggi, a Toninelli, o a un altro scappato di casa grillino e subito parte il passaparola a decine di gruppi, sottogruppi, pagine di propaganda, tutti riconducibili alla struttura dei 5 stelle, tutti animati, in gran parte, da decerebrati che non debbono pensare ma solo ubbidire copiando e rilanciando quello che viene loro ordinato: ‘Tutti sulla pagina di Sgarbi (o di un altro avversario) a insultarlo'”.

Sgarbi contro Casalino su Facebook: “Un ritorno alle origini. Sono ricominciate le cosiddette tempeste di me**a contro chi critica i 5 Stelle”

Il parlamentare e sindaco di Sutri ha continuato: “Inutile dire che molti account non corrispondono a persone reali, ma sono completamente falsi, cioè funzionali ad attuare queste campagne di ‘smerd***nto’ E così, in effetti, accade, da un po’ di settimane, in coincidenza con il ritorno di Casalino alla Camera”.

Sgarbi ha definito la comunicazione grillina un “pestaggio informatico”. Questa la conclusione del suo post: “Quello di oggi, dunque, è un ritorno alle origini. Ancora un dettaglio: i cittadini italiani pagano 150 mila euro di stipendio a Casalino per le sue tempeste dii me**a”.