Dà alla luce il suo primo figlio, poche ore dopo Clara muore improvvisamente a 35 anni: avviate le indagini

era appena diventata mamma

I familiari vogliono vederci chiaro in merito la morte di Clara, 35 anni, poche ore dopo aver dato alla luce il suo primo figlio. Si attende l’esito dell’esame autoptico

Poche ore prime aveva dato alla luce il suo primo figlio ma improvvisamente, verso le 19 di sabato 3 luglio, il suo cuore ha cessato di battere. Si è spenta così, a soli 35 anni, Clara Pinto, ricoverata all’ospedale di Nola per il parto e deceduta, come riportato dal referto medico per arresto cardiocircolatorio. Ma la famiglia vuole andare a fondo della vicenda e capire se tra la nascita del bimbo e il decesso possa esserci un eventuale legame o, ancora peggio, se un possibile errore medico possa aver portato alla morte della 35enne residente a Poggiomarino, nel Napoletano. Questo perchè Clara non aveva alcun problema di salute e i suoi parenti non riescono a spiegarsi come, dopo un parto avvenuto normalmente, possa aver perso la vita.

LEGGI ANCHE =>> Scopre di essere incinta, col contratto in scadenza: il Milan rinnova Gaia Missaglia nonostante la gravidanza

Per questo hanno deciso di sporgere denuncia ai carabinieri che per prima cosa hanno sequestrato la cartella clinica e disposto l’autopsia sulla salma della donna, trasportata al Policlinico Federico II di Napoli perchè possa essere effettuato l’esame autoptico. È stata inoltre effettuata una ricostruzione dei fatti: la donna è stata portata in ospedale il 30 giugno, con il ricovero disposto dai medici dato che la gestazione era terminata in anticipo rispetto a quanto previsto.

Il marito informato via telefono: “Sua moglie è in rianimazione”

Con la stimolazione la 35enne avrebbe dato alla luce il suo bambino con parto naturale. Ma le procedure sono proseguite, senza risultati, fino al 2 luglio spingendo i medici ad optare per il taglio cesareo e far nascere il piccolo intorno alle 7 del 3 luglio. Non sembrano esserci intoppi e il bimbo gode di ottima salute mentre Clara appare solo comprensibilmente stanca. Poche ore dopo però tutto cambia drasticamente: la 35enne non riesce neppure a tenere in braccio il figlio e riferisce di accusare forti dolori allo stomaco. Riesce ad inviare un messaggio alla cugina intorno alle 17:30 dicendole di essere stremata. Poi nessuna comunicazione fino a quando, due ore dopo, Lorenzo Meo, il marito della donna, riceve una telefonata dall’ospedale nel corso della quale gli viene riferito che a causa di un problema la moglie si trova in rianimazione. Ma quando l’uomo arriva in ospedale i medici gli comunicano il sopraggiunto decesso.