Donna incinta non fa il vaccino per paura dei rischi: ora combatte una battaglia “brutale” contro il Covid

dura battaglia contro il virus

Ha perso il patrigno e lo zio per Covid e i suoi tre figli sono stati contagiati. Ma nonostante questo una donna, intenzionata a vaccinarsi, ha cambiato idea quando è rimasta incinta. Venendo a sua volta contagiata

Voleva farsi vaccinare contro il Covid ma è rimasta incinta e, preoccupata degli eventuali rischi, ha cambiato idea. Ma così è stata contagiata dal virus che, nei mesi precedenti, aveva infettato molti membri della sua famiglia. L’incredibile storia arriva da Houston e riguarda una mamma di tre figli ed in attesa del terzo, che pur decidendo di rimanere anonima ha voluto raccontare la sua storia. Spiegando ad Abc13 di aver perso il patrigno a causa del Covid-19 nell’agosto 2020 ed un mese dopo anche lo zia. A gennaio 2021 è stato invece infettato il figlio di 5 anni mentre la scorsa settimana l’altro figlio di un anno ha sviluppato la febbre e, anche lui, è risultato positivo. Poi è stata colpita dal virus la figlia di 2 anni ed infine la mamma, che a 29 settimane di gravidanza, si trova a dover combattere contro il Covid. “È brutale”, ha raccontato a Eyewitnes News.

si cercano 64 volontari, i requisiti

LEGGI ANCHE =>> Intera famiglia no vax stroncata dal Covid in pochi giorni: morti la figlia 58enne, il papà e la mamma

“Non ci sono abbastanza test per affermare che sia sicuro sulle donne in gravidanza”

“Secondo me, non ci sono abbastanza test là fuori per dire che il vaccino è sicuro sulle donne in gravidanza“, ha detto. “Da gennaio ad oggi, non sono passati nemmeno nove mesi per affermare che i neonati stiano bene”. Ma il dottor Joseph Varon dello United Memorial Medical Center ha ricordato che i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie insieme alla Food and Drug Administration raccomandano anche alle donne in gravidanza di vaccinarsi. “Sono stati molto espliciti e hanno affermato che, sia le donne incinte che quelle che allattano dovrebbero essere vaccinate. La cosa peggiore che puoi vedere è una donna incinta con COVID.” Le persone tra i 20, i 30 e i 40 anni rappresentano il 40% dei ricoveri. Non era così sei mesi fa. A gennaio e febbraio, gli anziani sono stati ricoverati in ospedale, ma ora quella popolazione è stata vaccinata e quindi la loro presenza negli ospedali si va progressivamente riducendo.