Cocaina al posto del sale nella pizza: arrestato il titolare di una pizzeria a Monza

Il titolare di una pizzeria di Monza è stato arrestato dopo che la polizia ha trovato una dose di cocaina nella pizza d’asporto del cliente.

Aveva organizzato quella che riteneva la copertura perfetta. Un cittadino egiziano residente a Monza aveva aperto una pizzeria d’asporto a Giussano (Brianza) e per arrotondare aveva contemporaneamente avviato un business parallelo. In quelle che nel menù venivano chiamate “pizze speciali”, il sale veniva sostituito dalla cocaina.

I clienti, evidentemente consci di cosa quello speciale significasse, ordinavano la pizza d’asporto ed in questo modo portavano a casa la pietanza insieme alla bustina di droga. Il traffico illegale è stato scoperto dopo un controllo dei Carabinieri. Gli uomini dell’Arma hanno fermato uno dei clienti e quando hanno aperto lo scatolo della pizza hanno trovato al suo interno la polverina bianca.

Leggi anche ->Tragedia alla Six Days di Enduro: pilota olandese accusa un malore e muore

Cocaina al posto del sale nella pizza: arrestato il titolare della pizzeria

Una volta scoperta la droga all’interno della pizza, i Carabinieri hanno fermato l’attività e posto sotto sequestro il locale per una perquisizione. Durante il controllo, i militari hanno trovato 34 bustine di cocaina, nascoste all’interno di contenitori che dovevano servire in teoria per il sale. All’interno di un altro barattolo è poi stata trovata una busta al cui interno c’erano 21 grammi di cocaina che successivamente sarebbero stati suddivisi in dosi.

Leggi anche ->Donna salva il figlio di 5 anni dall’attacco di un puma: si è difesa a mani nude

Il pizzaiolo titolare dell’esercizio, un 38enne egiziano con precedenti per consumo di droga, è stato arrestato con l’accusa di spaccio. Secondo le informazioni condivise, con la cocaina nascosta nel locale il pizzaiolo avrebbe potuto guadagnare circa 30mila euro.