Sondaggi politici, Fratelli d’Italia saldamente in testa. PD più vicino alla Lega, risale il M5S

meloni sondaggi politici salvini pd m5sDopo le vacanze estive tornano i sondaggi politici, che evidenziano un quadro non troppo diverso rispetto ad un mese fa. 

Stando alla rilevazione di Swg per il TG La7, infatti, al primo posto tra le preferenze politiche degli italiani c’è ancora Fratelli d’Italia. Il partito sovranista, erede di Alleanza Nazionale, è riuscito a guadagnare il primato a luglio, scavalcando la Lega dopo una rincorsa durata molti mesi.

LEGGI ANCHE => Sondaggi politici, Fratelli d’Italia sorpassa la Lega e diventa primo partito. Crolla il M5S

Attualmente, stando al sondaggio Swg, il 20,6% degli italiani accorderebbe la propria preferenza alla forza politica guidata da Giorgia Meloni. Al secondo posto troviamo quindi la Lega, anche se il Carroccio continua a perdere voti e sembra distantissimo da quel 35% che veniva accreditato a Matteo Salvini nell’estate 2019.

Secondo il sondaggio Swg, infatti, la Lega si fermerebbe al 19,8%. Un risultato che costringe Salvini a guardarsi le spalle, dato che il Partito Democratico viene dato al 19,1%, a meno di un punto dal Carroccio.

Il M5S riprende quota e si porta al 16,3%

Ma il progresso più significativo è senza dubbio quello del Movimento 5 Stelle. La leadership di Giuseppe Conte sembra aver ridato nuova linfa ai pentastellati, che guadagnano uno 0,8% rispetto alla rilevazione di inizio agosto e si portano al 16,3%.

LEGGI ANCHE => Sondaggi politici, Meloni ad un soffio da Salvini. Si avvicina anche il PD, crolla il M5S

Forza Italia viene data al 7%, in crescita di uno 0,2% rispetto al sondaggio precedente. Tra i partiti minori, il sondaggio Swg accredita un 3,7% ad Azione di Carlo Calenda, che tiene a distanza Sinistra Italiana (2,7%), Italia Viva (2,4%) e Art.1-MDP (2,3%).

In caso di ritorno al voto – attualmente impossibile dato che siamo nel semestre bianco, ndr – il centrodestra unito (Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia) conquisterebbe il 47,4% dei consensi. L’eventuale alleanza progressista tra PD, M5S, Sinistra Italiana e Art.1-MDP si fermerebbe invece al 40,4%, ma con l’ausilio di forze come i Verdi, +Europa, Azione e Italia Viva si formerebbe un centrosinistra allargato, capace di arrivare al 50,1%.