Obbligatorietà vaccini, De Luca sta con Draghi (e si scaglia contro gli “squinternati”) – VIDEO

Come sempre e ancor più durante le sue ormai celeberrime dirette Facebook, il presidente della Giunta regionale della Campania Vincenzo De Luca non le manda a dire.

E così si è scagliato contro l’universo no vax, partendo dal fatto che siamo soliti inoculare vaccini (obbligatori) ai bambini piccoli (che poi crescono senza problemi di sorta) ma ci preoccupiamo per l’obbligatorietà per gli adulti:

“Iniettiamo vaccini ai nostri figli e ai nostri nipoti, nessuno ha detto io voglio essere libero, tranne qualche squinternato”.

De Luca ha quindi proseguito, con un’immancabile frecciata agli avversari politici, prima di sottolineare il proprio appoggio alla linea draghiana (che ha tutt’altro che escluso l’obbligatorietà vaccinale):

“Abbiamo avuto un ministro 5 Stelle che veniva dal mondo no vax. Noi abbiamo deciso l’obbligatorietà per i bambini piccoli e poi troviamo vecchi caproni di 60 anni che dicono che vogliono essere liberi. Ha fatto bene Draghi a dire che si va verso l’obbligatorietà del vaccino anti Covid”.

Da segnalare come durante la sua diretta abbia parlato anche del fatto che l’abbonamento gratuito al trasporto pubblico sarà riservato ai vaccinati, diventando così un ulteriore incentivo a farlo:

“L’abbonamento gratuito al trasporto pubblico sarà solo per gli studenti che si vaccinano. Chi non è vaccinato è libero di spostarsi, ma non godrà di questo privilegio”.