La Famiglia Reale trema, i Repubblicani esultano: ecco cosa sta succedendo

Gli scandali e le tensioni interne della Famiglia Reale inglesi hanno ridato nuova linfa ai movimenti che chiedono la fine della monarchia.

I movimenti repubblicani inglesi provano a rialzare la testa e a farsi sentire, dopo gli ultimi scandali della Famiglia Reale. L’obiettivo è quello di aumentare il consenso del popolo verso le loro idee, esattamente opposte a quelle della monarchia costituzionale.

I Repubblicani vorrebbero che il Regno Unito passasse dalla monarchia alla repubblica, con un capo di stato nominato dal Parlamento. Per il gruppo ‘Republic’, con a capo l’amministratore Graham Smith, la Famiglia Reale sta attraversando un momento “critico come non mai”. ‘Republic’ sarebbe pronto a gestire il passaggio alla repubblica, nel momento in cui si compirà la successione della regina Elisabetta II.

Questo è quello che si legge sul sito internet di ‘Republic’: “Vogliamo che la monarchia venga abolita e che la Regina sia sostituita da un capo di stato eletto democraticamente”.

Tensioni e scandali all’interno della Famiglia Reale inglese: i Repubblicani tornano a farsi sentire

Ma quali sono stati gli ultimi scandali della Famiglia Reale inglese? Pochi giorni fa un’organizzazione benefica fondata dal principe Carlo ha annunciato di aver avviato un’indagine interna sul comportamento etico dei suoi dipendenti. Il motivo? Alcune somme di denaro che degli intermediari avrebbero intascato di nascosto per l’organizzazione di cene tra potenziali donatori abbienti e il principe Carlo. A inizio agosto, poi, Virginia Giuffre ha fatto causa per molestie sessuali al principe Andrea, secondo figlio maschio della regina Elisabetta II.

Non mancano, inoltre, le tensioni interne. In una recente biografia non autorizzata, ‘Finding Freedom’, Harry e Meghan avrebbero detto che la Famiglia Reale “non si sarebbe presa la responsabilità delle preoccupazioni” da loro evidenziate.

L’amministratore di ‘Republic, Graham Smith ha ammesso al ‘Guardian’ di battere molto proprio sul dibattito attorno a Harry e Meghan,. Tale situazione, infatti, sta dividendo notevolmente l’opinione pubblica tra chi prova empatia nei loro confronti e chi “vorrebbe solo che se ne andassero via”.

Per Smith: “Il momento decisivo per il futuro dei repubblicani sarà quello dopo la morte o l’eventuale abdicazione della regina Elisabetta II”.