Tende un agguato mortale alla fidanzata, spara anche alla sorella: poi si uccide

uccisa una donna

Dopo aver colpito la fidanzata e la sorella di lei, uccidendone una e ferendo l’altra, un uomo è scappato a casa della nonna dove si è tolto la vita

Ha sparato alla fidanzata e alla sorella della donna prima di togliersi la vita. Il dramma è avvenuto nella mattinata di sabato negli Stati Uniti: è successo tutto intorno alle 5.30 nel blocco 9600 di Homestead Lane, vicino a Tidwell Road. Come ricostruito dalle forze dell’ordine, accorse sul posto poco dopo la sparatoria, l’assassino stava aspettando le due donne davanti al loro appartamento; era armato e quando il Suv con a bordo le due sorelle si è avvicinato, ha litigato con una delle due che si ritiene fosse la sua fidanzata, prima di estrarre l’arme da fuoco ed iniziare a sparare, per poi fuggire. Una delle due donne è morta poco dopo e sul posto per le gravi ferite riportate mentre l’altra è stata portata d’urgenza in ospedale dove è stata stabilizzata e non sarebbe in pericolo di vita. Invece l’omicidia è fuggito a casa della nonna dove si è tolto la vita.

LEGGI ANCHE =>> Crivellato di colpi: ucciso in un agguato scienziato responsabile del programma nucleare iraniano

Avviate le indagini: si cerca il movente del delitto

Le identità delle vittime non sono state immediatamente rese note e non è chiaro cosa abbia scatenato la lite o il movente della sparatoria. Ma sono state effettuate tutte le analisi del caso ed è stata avviata un’indagine, da parte della polizia di Houston, che sta cercando anche eventuali immagini riprese da telecamere di videosorveglianza, oltre a capire quali fossero i rapporti tra i due presunti fidanzati nei giorni antecedenti il dramma. Si vuole infatti accertare se la coppia stesse ancora insieme o meno e se l’uomo avesse già l’intenzione di uccidere quando l’ha attesa davanti a casa.