Oltre 3000 terremoti intorno al vulcano attivo alle Canarie, è allerta gialla: si teme un’eruzione

registrati 3000 terremoti

Prosegue senza sosta lo sciame sismico iniziato sabato sotto al vulcano Cumbre Vieja, alle Canarie. Tanto da spingere ad emanare un’allerta gialla in via precauzionale per il rischio di una possibile eruzione.

C’è un vulcano che sta facendo molta paura tanto da spingere le autorità a lanciare l’allerta gialla per rischio vulcanico. Si tratta del Cumbre Vieja nel sud dell’isola La Palma, alle Canarie: qui è in atto un impressionante sciame sismico con oltre 3000 scosse già registrate nell’arco di pochi giorni, un segnale, secondo gli esperti, di movimenti
di magma sotterranei. Nella fattispecie i numerosi terremorit che si sono verificati indicherebbero l’intrusione del magma in uno dei serbatoi che vanno a formare il sistema
vulcanico. Gli scienziati dell’Istituto Geografico Nazionale della Spagna che monitorano 24 ore su 24 ore il vulcano hanno anche notato che l’attività sismica è andata via via
spostandosi verso ovest e che contemporaneamente è venuta riducendosi la profondità delle scosse. Si nota inoltre una evidente deformazione superficiale, individuata sia nella
rete delle stazioni GNSS dell’isola che nell’inclinometro che ha raggiunto 1,5 cm.

LEGGI ANCHE =>> Si risveglia un altro vulcano, uno dei più attivi al mondo: 700 terremoti, poi l’imponente eruzione

Il terremoto più intenso ha raggiunto la magnitudo 3.5

Lo sciame sismico ha avuto inizio alle 3.18 UTC di sabato 11 settembre e sono stati rilevati ben2.935 terremoti fino alle 8 UTC del 14 settembre nella zona meridionale di La
Palma. Di questi sono stati localizzati 616 sismi, il più intenso del quale ha raggiunto la magnitudo 3.5 e si è verificato il 14 settembre alle 6 UTC, distintamente avvertito
dalla popolazione insieme ad altre scosse appena meno intense, anche in virtù dell’ipocentro localizzato a non più di 10 km di profondità. Di conseguenza il Piano di Emergenze Vulcaniche delle Canarie ha attivato per il sud dell’isola il livello giallo per rischio vulcanico in particolare nelle zone di Fuencaliente, Los Llanos de Aridane, El Paso e
Mazo. Al momento si tratta di un allerta emanata a scopo precauzionale dato il netto aumento dell’attività sismica sotto la superficie del vulcano a scudo alto 2.426 metri che ha
eruttato l’ultima volta nel 1971 ma che è ancora oggi considerato uno dei vulcani più attivi delle Canarie.