Bambino con paralisi cerebrale colpito alla testa a scuola: la mamma denuncia uno studente

bimbo con paralisi cerebrale

Il fatto è avvenuto durante l’ora di pranzo: il ragazzino sarebbe stato colpito da uno studente delle superiori dopo una discussione su Minecraft. La madre ha detto di essere stata avvisata solo due ore dopo

Una madre ha deciso di sporgere denuncia contro uno studente delle scuole superiori dopo che suo figlio, che frequenta le medie ed è affetto da paralisi cerebrale, sarebbe stato immobilizzato e picchiato in faccia a scuola. Courteney Brennan ha rivelato di aver ricevuto, lo scorso 1 settembre, una telefonata dalla Brabham Middle School di Willis, in Texas, lo stesso giorno del compleanno di suoi figlio. “Il vice preside mi ha detto che uno studente gli è saltato addosso e lo ha colpito ‘eccessivamente’ alla testa. Questa è stata la parola che ha usato”. La madre ha spiegato che la faccia di suoi figlio, una volta a casa, ha iniziato a gonfiarsi sul lato destro: “Quando siamo andati al pronto soccorso hanno scattato delle foto e c’era un uovo largo quattro polici sul lato della testa”. A Brennan è stato detto che il diverbio è nato mentre i bambini stavano giocando a Minecraft: sul figlio, un alunno di scuola media, era in fila per il pranzo ascoltando una conversazione che dua ragazzi, delle scuole superiori, stavano facendo sul gioco.

LEGGI ANCHE =>> Affetto da paralisi cerebrale, bimbo di 7 anni porta la palla in meta – Video

È intervenuto e ne è nata un’accesa discussione. La madre ha subito pensato al peggio perchè il figlio ha una paralisi cerebrale che lo colpisce sia fisicamente che socialmente e qualsiasi colpo ricevuto alla testa potrebbe avere conseguenze gravissime. “È davvero difficile guardare tuo figlio che deve vivere con qualcosa del genere per tutta la vita, e dopo aver lottato a lungo per arrivare dov’è oggi, subendo anche diversi interventi chirurgici alle gambe, essere picchiato in questo modo”. Brennan non crede che la scuola abbia preso sul serio la lotta. Dice che ci è voluto un po’ prima che la scuola la avvisasse dopo che era successo, e di aver ricevuto la chiamata due ore dopo l’ora di pranzo, quando i fatti si sarebbero verificati.

La decisione della madre: ha denunciato lo studente

Per questo ha deciso di sporgere denuncia contro lo studente: “Se lo avesse colpito nel punto giusto o avesse battuto la testa con forza, mio figlio avrebbe potuto non rialzarsi pià”. La scuola ha rilasciato una dichiarazione: “Willis ISD prende molto sul serio la sicurezza degli studenti. Il distretto sta collaborando con la scuola e l’ufficio del Montgomery County Precinct One Constables alle indagini e sta prendendo provvedimenti disciplinari secondo il codice di condotta degli studenti”. Il caso sarà ora deferito all’ufficio del procuratore minorile della contea di Montgomery.