Uccelli si schiantano contro i grattacieli e muoiono: strage di volatili nella Grande Mela

centinaia di uccelli morti

Si contano a centinaia gli uccelli che sono andati a schiantarsi contro diversi grattacieli di New York precipitando a terra senza vita. Ecco cosa li spinge a farlo

Sembrano scene da film dell’orrore quelle che arrivano da New York dove negli ultimi giorni è stata registrata una moria di centinaia di uccelli migratori, e la causa indiretta è l’uomo. Solo nella scorsa settimana sono stati rinvenuti quasi 300 volatili morti, la maggior parte dei quali ai piedi dell’One World Trade Center, il nuovo grattacielo che ha preso il posto delle Torri Gemelle, crollate in seguito agli attentati dell’11 settembre 2001. Ma il bilancio complessivo potrebbe aumentare drasticamente: il decesso avviene perchè gli uccelli migratori vanno letteralmente a schiantarsi contro i grattacieli newyorkesi, precipitando poi a terra senza vita. Una vera e propria moria che non avviene per caso: ci hanno pensato gli esperti a spiegare perchè così tanti uccelli vadano a impattare contro le finestre degli alti edifici che popolano la Grande Mela.

LEGGI ANCHE =>> Escono a cena, quando tornano a casa la trovano invasa da oltre 800 uccelli

Gli esperti spiegano le ragioni del fenomeno

Il triste fenomeno, che si verifica quasi ogni anno, avviene prevalentemente in autunno e in primavera a causa di nebbia e pioggia. Queste condizioni meteorologiche portano gli uccelli a volare a bassa quota ma quando entrano a New York spesso rimangono abbagliati e disorientati dal gran quantitativo di luci. Questa confusione li porta, in alcuni casi, a scontrarsi contro i grattacieli perdendo purtroppo la vita.