NN a tu per tu con i Jalisse: “La nostra carriera spumeggiante, costruita sull’amore e i sentimenti”

Trent’anni di carriera artistica e tantissimi progetti paralleli al mondo musicale. Produttori, musicisti e autori di percorsi creativi tra palcoscenico, radio e teatro. Autori della colonna sonora del docu-film ‘L’incanto e la delizia’ di Francesco Sarzana i Jalisse si raccontano in questa intervista esclusiva a NN e ci parlano dell’amore e la dedizione per il proprio lavoro, scandito sempre dai battiti del cuore e dell’anima.

D: Ragazzi innanzitutto come state e che periodo state vivendo?

R: Stiamo bene grazie, ma il periodo continua ad essere molto confusionario. Ancora difficile poter suonare live tra il pubblico per la paura di nuovi contagi anche se abbiamo fatto il doppio vaccino per tutela nostra e del nostro pubblico.

D: Tra marzo e ottobre 2020 avete registrato il vostro nuovo album ‘Voglio emozionarmi ancora’; che esperienza è stata?

R: Sicuramente particolare sotto il nuovo profilo del lockdown. Non abbiamo potuto incontrare i musicisti e tecnici come per i precedenti brani e quindi ne abbiamo approfittato per scrivere, suonare, cantare e mixare noi due tutto il progetto. Il lato positivo del prodotto è che tutto è frutto dei nostri sentimenti e delle nostre idee, dalla A alla Z; per la prima volta in assoluto realizzando un album molto intimo.

D: Ci raccontate come è nata la colonna sonora del docu-film “L’incanto e la delizia” e a cosa vi siete ispirati per la composizione?

R: Tutto nasce da ‘Non aver paura di chiamarlo amore’, brano scritto da noi e ispirato alla nostra commedia musicale omonima che speriamo torni presto nei teatri. Il brano ha colpito il regista e sceneggiatore Francesco Zarzana che ci ha chiamato proponendoci di realizzare la colonna sonora e le musiche inedite. Per noi è stato un privilegio raccontare in musica questo gioiello interpretato da Katia Greco, Ivan Castiglione e Carmen Di Marzo con voce narrante di Federica Quaglieri. Al momento è in concorso su 16 Festival internazionali e verrà presentato alla Casa del Cinema a Roma a Novembre (di seguito il trailer, ndr).

D: Da anni unite il vostro lavoro da musicisti anche all’impegno di valorizzazione culturale e del territorio con Localitour d’Autore e con il format CasabottegaJalisse. Ci raccontate queste due interessanti iniziative?

R: Beh, sai che siamo artisti e produttori di progetti creativi, quindi non stiamo mai fermi. Localitour d’Autore è un format radiofonico settimanale molto fortunato, nato circa 4 anni fa e riproposto per far compagnia alle persone con le nostre voci ed i nostri racconti in musica, distribuito a più di 50 radio fm e web italiane e straniere e in podcast su Spotify, iTunes, Google ecc.CasaebottegaJalisse è un format simile, ma che va in video per Instagram, Facebook, Twitter e tanti altri canali, dove ci raccontiamo scherzando tra di noi.

D: Se doveste riassumere con un aggettivo la vostra lunga carriera artistica e musicale, quale scegliereste?

R: Spumeggiante!

D: Trent’anni vissuti in musica: c’è un momento che ricordate con particolare emozione che definireste indimenticabile?

R: Abbiamo sempre scelto noi cosa fare e con chi collaborare sempre dedicandoci a valorizzare i sentimenti. Tutto è indimenticabile quando fai le cose con amore.

Sergio Cimmino