Trovato il corpo senza vita di Gabby Petito e il fidanzato è scomparso: i dettagli di un grande mistero

Il fidanzato di Gabby Petito è scomparso dopo il ritrovamento di un corpo senza vita, compatibile con quello della blogger.

Un corpo senza vita, che si presume possa essere quello della blogger Gabby Petito, è stato ritrovato domenica scorsa, dopo tre settimane di assidue ricerche, in Wyoming. La scomparsa della blogger ha attirato l’attenzione dei media statunitensi dai primi giorni di settembre. Il fidanzato, Brian Laundrie, ha fatto ritorno a casa dai suoi genitori dopo una lunga vacanza in caravan, ma con lui non c’era più la fidanzata Gabby Petito.

I due giovani erano partiti il 2 luglio scorso dalla casa dei genitori di Gabby per un viaggio avventuroso fra il West, le Montagne Rocciose e i grandi parchi nazionali. Apparentemente nulla di strano. In realtà, la polizia ha iniziato a interessarsi della coppia fin dal 12 di agosto a Moab, la popolare destinazione turistica a ridosso del Parco nazionale degli Archi di arenaria. Alcune persone, infatti, aveva segnalato alla polizia di una presunta lite tra una coppia di giovani, che stava diventando violenta. Intercettato il caravan della coppia, gli agenti di polizia si erano imbattuti nella giovane blogger in preda a una forte crisi di pianto.

Morte di Gabby Petito, scomparso il fidanzato. La polizia sigilla la casa dei genitori di quest’ultimo

La ragazza confessò alla polizia di essere stata lei ad aggredire fisicamente il fidanzato. Confessò di soffrire di disturbi ossessivi compulsivi, e che le crisi stavano diventando elevatissime durante il viaggio. Gabby aveva, infatti, il terrore ossessivo di essere lasciata sola dal fidanzato. I poliziotti dovettero insistere affinché i due si separassero almeno per una notte.

Il primo di settembre Brian è tornato a casa senza la fidanzata e senza il caravan che si è poi materializzato qualche giorno dopo. Una settimana fa, invece, si è allontanato da casa con uno zaino sulle spalle, dicendo ai genitori di voler andare a camminare in un vicino parco. Brian è scomparso e non ha più fatto ritorno a casa.

La polizia di North Port in Florida ha sigillato l’abitazione della famiglia Laundrie e l’ha protetta dall’invasione dei giornalisti. Per gli agenti investigatori, l’interno della casa potrebbe nascondere prove decisive sulla morte della blogger.