Strage al pigiama party, arrestato il fidanzato della vittima: ha ucciso anche i due figli e un’amichetta

arrestato il fidanzato
Damien Bendall, 31 anni, è stato accusato di quatruplo omicidio dopo che i corpi di John Paul Bennett, 13 anni, Lacey Bennett, 11, la loro mamma Terri Harris, 35 anni, e l’amica di Lacey, sono stati trovati senza vita

Svolta nelle indagini sulla morte di una donna e di tre bambini, due dei quali suoi figli. Un 31enne è stato tratto in arresto ed accusato del terribile quadruplo omicidio avvenuto a Killamarsh, nell’abitazione della 35enne Terri Harris, morta insieme ai figli John Paul Bennett e Lacey Bennett di 13 e 11 anni e all’amica di Lacey, Connie Gent, di 11 anni. I loro corpi sono stati scoperti nella proprietà vicino a Sheffield, domenica mattina ed immediatamente sono state avviate le indagini che hanno portato a stringere il cerchio attorno a Damien Bendall, un uomo che aveva una relazione con Terri e che nelle ultime ore è stato formalmente accusato di omicidio. La polizia ha detto che il sospettato di omicidio aveva lievi ferite ed era coperto di sangue ma occorre ancora comprendere cosa effettivamente sia avvenuto in quella casa: si ritiene che possa essersi inflitto delle ferite con un’arma da taglio dopo aver commesso gli omicidi.

LEGGI ANCHE =>> Quattro cadaveri scoperti in una casa, arrestato un uomo: si teme un quadruplo omicidio

I tre bambini trovati morti erano alunni dell’Outwood Academy City a Sheffield che ha reso omaggio ai brillanti studenti mentre la comunità è letteralmente sconvolta per la loro morte. Secondo una ricostruzione dei fatti nella casa era in corso un pigiama party ‘organizzato’ dalle due bambine ed era presente anche il 31enne, che ora deve rispondere dei quattro sconvolgenti omicidi; secondo quanto riportato dai media locali già nelle ore successive il ritrovamento dei cadaveri l’uomo è stato fermato e considerato un sospettato, portato in ospedale per essere ricoverato.

Casa sotto sequestro, ispezionati anche il parco e i cassonetti

Sull’intera vicenda al momento gli investigatori della polizia del Derbyshire mantengono il massimo riserbo, e hanno rivolto un appello affinchè chiunque abbia informazioni utili alle indagini si faccia avanti. Nel frattempo è stato anche creato un portale online per poter inviare eventuali immagini di telecamere a circuito chiuso o filmati catturati dalle dashcam dei veicoli mentre l’abitazione è stata posta sotto sequestro per consentire agli uomini della scientifica di raccogliere tutte le prove e ricostruire la dinamica dei fatti nel dettaglio. Anche il vicino parco ed i cassonetti dell’immondizia sono stati accuratamente ispezionati.