Portato via da un alligatore durante l’uragano Ida: i suoi resti trovati dopo settimane nella pancia del rettile

è stato portato via dal coccodrillo

Il medico legale ha identificato i resti trovati nella pancia di un alligatore: si tratta di un uomo attaccato nel bel mezzo dell’uragano Ida e portato via dal rettile sotto gli occhi increduli della moglie

Divorato da un alligatore lungo quasi quatteo metri durante il passaggio dell’uragano Ida. Ci è voluto un esame del DNA per identificare i resti dell’uomo trovato dopo settimane di ininterrotte ricerche, in seguito all’allarme lanciato dai familiari che lo hanno dichiarato disperso dopo l’arrivo della tremenda tempesta che ha colpito diverse aree degli Stati Uniti, compresa la Louisiana. I resti appartengono proprio a quell’uomo, il 71enne Timothy Satterlee, che viveva a Slidell, località non distante da New Orleans, e che non è morto per le alluvioni provocate dal passaggio di Ida bensì per l’attacco di un coccodrillo avvenuto proprio nel caos dell’uragano. Ciò che rimaneva del suo corpo è stato trovato dentro lo stomaco dell’enorme rettile, che le guardie forestali dello stato hanno catturato proprio nell’ambito delle ricerche dell’uomo disperso.

LEGGI ANCHE =>> Attaccato da un alligatore durante l’uragano Ida: gli ha staccato un braccio e lo ha portato via

L’alligatore cercato per settimane intorno al luogo dell’attacco

Durante l’attacco l’alligatore aveva strappato di netto un braccio all’uomo, il tutto davanti agli occhi terrorizzati della moglie che, a bordo di una piccola imbarcazione, ha tentato di raggiungerlo per salvarlo. Ma pochi istanti dopo l’uomo è scomparso in acqua lasciando la donna sconvolta e terrorizzata. Le guardie forestali, dopo aver capito che con tutta probabilità era stato divorato dall’alligatore lo hanno cercato per settimane e finalmente sono riusciti a individuarlo a poca distanza dal luogo dell’attacco. Gli è stata praticata l’eutanasia per poi aprire la pancia: il medico legale ha così potuto esaminare il contenuto ed effettuare l’esame del DNA che ha dato la conferma ufficiale dell’identità della vittima. A quel punto ne è stato ufficializzato il decesso.