Ubriaco aiuta la polizia nella ricerca di un uomo scomparso: ma stanno cercando proprio lui

l'incredibile scoperta

Da non credere quanto accaduto in Turchia dove un uomo ha passato ore a cercare sè stesso, dando una mano ad autorità e a volontari. Gli amici ne avevano denunciato la scomparsa da un locale

Stava trascorrendo la serata in un locale quando improvvisamente, a causa dell’ingente quantitativo di alcol bevuto, è uscito dal bar raggiungendo i boschi senza più fare ritorno. Gli amici ne hanno dunque denunciato la scomparsa e la polizia, giunta sul posto, ha immediatamente organizzato una squadra di ricerca. Fin qui nulla di diverso da quanto accade normalmente in caso di scomparsa di una persona: ma quanto accaduto a Inegol, cittadina della Turchia, ha dell’incredibile. Stando a quanto riportato dai media locali infatti l’uomo dato per disperso, il 50enne Beyhan Mutlu, si sarebbe unito alle ricerche di “sè stesso” senza rendersi conto che la persona cercata da autorità e volontari era proprio lui. Solo quando, dopo ore, ha udito il suo nome urlato da uno dei soccorritori, ha capito che tutti lo stavano cercando.

LEGGI ANCHE =>> Giuseppe Sarzana, scomparso un mese fa: trovato il suo cadavere in un’auto parcheggiata in una pineta

Quando hanno urlato il suo nome ha risposto: “Sono qui”

Il 50enne stava, come riportato dal Daily Mail, vagando nei boschi quando si è imbattuto nella squadra di ricerca e, seppur ubriaco, ha pensato di unirsi a loro cercando, inconsapevolmente, sè stesso. Quando il suo nome è stato urlato lui ha risposto “sono qui”, lasciando tutti increduli. Non è chiaro perchè nessuno per ore sia sia accorto che lo scomparso era proprio tra di loro. In ogni caso, una volta chiarita la situazione, l’uomo è stato accompagnato a casa.