Maxi fuoriuscita di petrolio da piattaforma offshore, chiazza nera raggiunge le coste: è disastro ambientale

petrolio in spiaggia

Una chiazza nera di 30 km quadrati ha raggiunto le coste della California del Sud. Si tratta di petrolio fuoriuscito da una piattaforma offshore

Si teme il disastro ambientale sulle coste meridionali della California a causa della fuoriuscita, da una piattaforma petrolifera offshore di un ingente quantitativo di
petrolio. Secondo le stime riportate dai media locali, mezzo milione di litri, equivalenti a circa 3.000 barili, si sarebbero riversati in mare e, spinti dalla corrente,
sarebbero finiti sulle spiagge. Come segnalato dal Los Angeles Times in questo momento è presente una chiazza nera gigantesca, estesa per circa 30 km quadrati, che nelle scorse
ore ha raggiunto Newport Beach provocando la morte di decine di specie animali. Un importante numero di persone sono state schierate dall’Oiled Wildlife Care Network
dell’Università della California e il dipartimento californiano della pesca e della fauna selvatica ha confermato di aver inviato squadre di sorveglianza e pulizia nell’area.

LEGGI ANCHE =>> Petrolio, effetto lockdown: -37 dollari al barile. È la prima volta che accade nella storia

L’appello ai residenti: “Non entrate in acqua”

Un appello è stato inoltre rivolto dalle autorità ai residenti, chiedendo loro di rimanere lontani dall’acqua evitando sia di nuotare che di fare surf. La situazione non è
ancora del tutto chiara in quanto è ancora oggetto di indagine e solo nelle prossime ore si avrà un quadro più certo in merito all’entità del danno per l’ambiente e per la fauna
che popola queste zone.