La Terra è stata investita da un’intensa tempesta geomagnetica: quali sono le conseguenze

quali conseguenze sulla terra

Una tempesta geomagnetica ha colpito il nostro pianeta: è la conseguenza di un’espulsione di massa coronale dal Sole, registrata l’8 ottobre 2021. Ecco quali sono state le conseguenze per la Terra

Nei giorni scorsi gli esperti hanno confermato che una espulsione di massa coronale osservata da una macchia solare della nostra stella ha generato una nube di particelle diretta verso la Terra. E nelle ultime ore si è verificato l’atteso impatto che ha dato forma ad una tempesta geomagnetica, il cui effetto è stato nitidamente visibile in diverse località del mondo. La missione DSCOVR della NOAA ha registrato una serie di dati relativi al passaggio della CME, tra i quali l’incremento a 120 km/s del vento solare ma anche l’incremento di quasi 10 volte della temperatura nell’area della macchia solare e il fatto che la densità del plasma sia triplicata. Per quanto riguarda la Terra invece, siamo stati di fatto ‘investiti’ da una tempesta geomagnetica di classe G2 portando con sè una fitta serie di intense aurore boreali visibili addirittura fino a New York.

LEGGI ANCHE =>> Il misterioso fenomeno che lascia gli scienziati a bocca aperta: Mai vista un’aurora boreale così

Aurore boreali spettacolari anche lontano dai poli

Lo testimoniano le numerose fotografie diffuse sui social nelle ultime ore che mostrano lo spettacolo di luce naturale nelle diverse tonalità del verde, solitamente visibile soltanto nelle regioni ad alta latitudine, in prossimità dei poli ma in questo caso talmente potente da risultare visibile fino al Wisconsin e allo stato di Washington. E così tra gli scatti mozzafiato ve ne sono anche alcuni provenienti da questi stati e dal South Dakota. Gli esperti hanno sottolineato che la CME delle ultime ore è stata originata da un brillamento solare verificatosi il 9 ottobre, per ricordare che tra l’espulsione di massa coronale dal sole e la tempesta geomagnetica trascorrono solitamente diversi giorni. La nube di particelle distintamente diretta verso la Terra è stata registrata dai coronografi del Solar and Heliospheric Observatory della NASA.