Padre Luis Ramirez svela i segreti sull’esorcismo: ecco come si mostra il demonio

Il teologo e coordinatore del corso sugli esorcismi all’Upra di Roma ha detto in un’intervista che il demonio esiste.

Padre Luis Ramirez ha da poco inaugurato la quindicesima edizione del corso su esorcismo e preghiera di liberazione dell’Ateneo pontificio Regina apostolorum. Un corso per spiegare l’esistenza e i segreti del demonio.

Il teologo ha rilasciato un’intervista alla ‘Verità’, nella quale ribadisce l’esistenza del demonio e invita a diffidare di tarocchi, medium e sedute spiritiche. Queste le sue prime parole: “Una persona può sentire voci interiori, o dire che vede ombre, sente suoni. Se non siamo di fronte a un malessere psicologico, bensì all’azione straordinaria del demonio, la persona, dall’essere completamente sana, improvvisamente cade in una trance. E dopo la trance, torna perfettamente sana”.

E ancora: “Ci sono dei segni essenziali che la persona posseduta presenta. Può dimostrare di possedere conoscenze del tutto estranee al suo livello d’istruzione .Ad esempio? Una delle cose più frequenti è che, durante la trance, si metta a parlare in una lingua che non aveva mai studiato”.

Le rivelazioni del teologo Luis Ramirez: “Il demonio esiste. Cerca di mostrarsi come uno che ha molto potere”

Luis Ramirez ha chiarito meglio questo concetto: “Una volta mi trovavo con una missione in una giungla dell’America latina. C’era un posseduto, che viveva in una casetta piccolissima e assolutamente non era istruito: si mise a parlare in francese con un sacerdote. Propriamente, però, è il demonio a parlare attraverso di loro. Molte persone, che si trovano sotto stress pesante, a volte manifestano una forza sorprendente. È anche per questo che al sacerdote serve il discernimento. Una volta il soggetto presenta la forza straordinaria, un’altra volta ha una voce di uomo anche se è una donna, un’altra volta ancora manifesta conoscenze inspiegabili”.

Il teologo ha ribadito l’esistenza di questa entità: “Il demonio esiste. Cerca di mostrarsi come uno che ha molto potere. Bisogna ricordarsi, però, che è Dio l’unico onnipotente. Il sacerdote a volte è in grado di percepire, ad esempio dalla voce, una particolare rabbia nel posseduto. Magari perché quella persona, che aveva già un passato di irascibilità, ha subito un malocchio, un artificio di magia nera ed è finita sotto possessione”.

Infine, ha invitato a diffidare di medium e sedute spiritiche: “Il medium arriva ad avere certi tipi di comunicazione perché qualche spirito maligno sta lavorando dentro di lui. Non ci sono medium puri e semplici; ci sono i posseduti”.