Adolescenti attaccano uomo vulnerabile e lo gettano in un canale uccidendolo: condannati all’ergastolo

assassini sono 3 ragazzini

Tre ragazzi di età compresa tra 16 e 18 anni sono stati accusati di omicidio per aver colpito decine di volte un uomo solo e ritenuto vulnerabile, buttandolo poi in un canale e aspettando la sua morte. Poi sono tornati sulla scena per filmare la polizia

Hanno aggredito e ucciso un uomo vulnerabile gettandolo in un canale e la polizia ha deciso, seppur adolescenti, di rivelare la loro identità. Il corpo di Scott Anderton, di Leigh, Greater Manchester, è stato trovato in un corso d’acqua, nella sua città natale la mattina del 25 marzo; un esame post mortem ha rivelato che il 33enne aveva subito 35 diverse ferite da taglio in gran parte del suo corpo, dalla sommità della testa agli stinchi. Come emerso durante il processo presso la Manchester Crown Court, Anderton avrebbe avuto la tragica sfortuna di imbattersi nei tre adolescenti poco dopo essere stato ripreso da una telecamera nel centro di Leigh verso le 4 del mattino con in mano una borsa di plastica ed indosso un berretto con pon pon e solo una scarpa. Liam Bailey, 18 anni, si è dichiarato colpevole dell’omicidio dell’uomo mentre il 16enne Harry Maher è stato riconosciuto colpevole della stessa accusa da una giuria ed il 17enne Liam O’Brien è stato condannato per omicidio colposo.

LEGGI ANCHE =>> Adolescente spara in faccia a un 15enne con un fucile a doppia canna: condannato a 24 anni per tentato omicidio

Le drammatiche immagini di una telecamera di videosorveglianza

Nelle riprese si possono vedere anche i tre imputati, vicino all’uomo, nei pressi del canale ed una mezz’ora dopo si possono notare delle increscpature sulla superficie dell’acqua, comparse quando il 33enne è stato spinto. Lo si vede cercare disperatamente di aggrapparsi ai bordi per tirarsi su ma ben presto perde conoscenza e, poco dopo, la vita per le gravi ferite riportate. Un patologo ha detto che le lesioni subite dal signor Anderton suggeriscono che sia stato colpito mentre cercava di uscire dall’acqua. La causa della sua morte sono state lesioni multiple da corpo contundente con trauma da corpo contundente alla testa e annegamento terminale. A seguito di perquisizioni sui loro telefoni, si è scoperto che Bailey e O’Brien erano tornati sul posto più tardi quella mattina e avevano filmato il cordone di polizia. Un video trovato sul telefono di Bailey mostrava veicoli della polizia sulla scena dell’omicidio. Bailey è stato anche riconosciuto colpevole di aver tentato di derubare un giovane nelle ore precedenti l’omicidio del signor Anderton.

Inflitti due ergastoli

Si era anche dichiarato colpevole in una precedente udienza per aver inflitto gravi danni fisici a un uomo di 40 anni che ha subito lesioni che gli hanno cambiato la vita in un attacco a tarda notte vicino al centro di Leigh il 1 settembre dello scorso anno. Il procuratore Michael Brady QC ha affermato che la vittima, come Anderton, è stata presa di mira perché “vulnerabile e sola”. Venerdì, Bailey, ha è stato condannato all’ergastolo e deve scontare un minimo di 23 anni e quattro mesi di detenzione. Maher è stato anche condannato all’ergastolo con un minimo di 16 anni prima di poter essere considerato per la libertà vigilata. O’Brien è stato condannato a 10 anni di custodia.