Torna a casa con i colleghi dopo il lavoro, poi il terribile schianto frontale: morto un 46enne

Un operaio di 46 anni è morto e due colleghi sono rimasti feriti a causa del grave incidente avvenuto sulla Ss73 in provincia di Arezzo nel tardo pomeriggio di martedì

Aveva terminato la sua giornata lavorativa e stava facendo ritorno a casa insieme ad altri due colleghi quando si è verificato un gravissimo incidente che gli ha tolto la vita. Il dramma è avvenuto lungo la strada statale 73 e riguarda un 46enne di origini rumene residente da tempo nel comune di Foiano della Chiana, in provincia di Arezzo. Il tratto in questione è noto come strada del Ruffolo e, stando ad una prima ricostruzione, la vittima, G.I.V. si trovava sul sedile posteriore di una Ford Focus mentre davanti erano presenti i due colleghi residenti a Foiano della Chiana e di origine campana.

ambulanza

LEGGI ANCHE =>> Tre feriti per uno spaventoso schianto su via Pontina: uno è grave, soccorsa anche una donna incinta

Le prime informazioni sulla dinamica dell’incidente

Improvvisamente, intorno alle 17.30 del 16 novembre, è avvenuto un violento schianto contro un Ducato che viaggiava nel senso di marcia opposto: l’impatto è stato davvero violento e il 46enne, operaio che rientrava a casa dopo una dura giornata di lavoro, ha avuto la peggio, perdendo la vita sul colpo mentre i colleghi sono rimasti feriti ma in modo non grave. Sul posto sono rapidamente intervenuti i paramedici ma, pur tentando ogni possibile manovra per rianimare l’uomo, non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso; poco prima i vigili del fuoco avevano provveduto ad estrarlo in sicurezza dalle lamiere. Sull’incidente stanno indagando i carabinieri di Siena che hanno effettuato tutti i rilievi del caso ed iniziato ad effettuare accertamenti atti a determinare l’esatta dinamica del sinistro stradale. (immagine d’archivio)