Precipita dal terzo piano di un palazzo mentre pulisce i vetri di casa: ex insegnante trovato morto nel cortile

è precipitato
Quando hanno visto il suo corpo nel cortile non c’era purtroppo più nulla da fare. Poco prima l’uomo, un 82enne, era infatti precipitato nel vuoto mentre stava pulendo i vetri di casa

Una disattenzione è costata cara ad un anziano di 82 anni, precipitato nel vuoto e deceduto mentre stava svolgendo un’attività domestica. Stando a quanto appreso l’uomo, che viveva solo in un appartamento al terzo piano di un condominio a Trento, stava infatti pulendo i vetri di casa: improvvisamente, per ragioni ancora da chiarire, avrebbe perso l’equilibrio e, non riuscendo a trovare un appiglio è caduto. Un volo di diversi metri al quale ha fatto seguito l’impatto nel cortile del palazzo. Intorno alle 17 del 17 novembre è arrivata la chiamata al numero unico per le emergenze 112 fatta da uno degli altri inquilini e che segnalava una persona a terra e non cosciente.

ambulanza

LEGGI ANCHE =>> Ha un incidente d’auto in autostrada: per paura di essere investita precipita dalla rampa, morta 17enne

L’82enne era molto conosciuto in città

Ma quando i paramedici sono arrivati sul posto per E.Z., un professore in pensione, non c’era più nulla da fare e ne è stato dichiarato il decesso. Il volo sarebbe avvenuto da una finestra dell’abitazione in via Sanseverino; a riprova del fatto che si sia trattata di una tragica fatalità e non di un gesto estremo vi sono i flaconi di detergente rinvenuti accanto alla finestra. L’anziano, conosciuto in città per aver insegnato molti anni all’Einap, aveva ultimato gli studi di perito industriale iniziando subito a dedicarsi all’insegnamento. Aveva due figli e ha formato molte generazioni di studenti.