17enne salva dalla morte la madre colpita da ictus e da emorragia cerebrale: “Ha agito in un lampo, è un eroe”

colpita da ictus

Quando ha visto la mamma incosciente sul divano ha agito in pochi istanti mettendola in posizione di rianimazione ed evitando che soffocasse con il vomito. Salvandole la vita

Grazie alla sua prontezza di riflessi ha salvato la vita della madre. Un coraggioso adolescente la cui rapidità di pensiero ha permesso di evitare che la mamma perdesse la vita è stato premiato e salutato come un eroe dalla polizia irlandese: è stato elogiato per essere rimasto calmo e aver messo la madre nella posizione di rianimazione dopo che aveva subito un’improvvisa emorragia cerebrale ed un ictus nella loro casa a Navan, nella contea di Meath. Pamela, 43 anni, ha purtroppo avuto conseguenze e dovrà farvi i conti per il resto della sua vita ma senza l’intervento del 17enne sarebbe sicuramente morta, come affermato dai medici. Tutto è accaduto il 24 luglio 2020: il giovane Dylan stava per uscire di casa quando il pianto improvviso della mamma gli ha fatto capire che stava succedendo qualcosa di drammatico. “Era appena tornata a casa dallo shopping e ha pranzato con me, papà, i miei fratelli minori Matthew e Daniel”, ha raccontato il ragazzo.

LEGGI ANCHE =>> Bimbo di 11 anni è un eroe: salva il papà 41enne colpito da un ictus

Il racconto del 17enne eroe

Poi il padre è tornato al lavoro ed i fratelli sono andati a giocare mentre Pamela staa guardando a Tv. “Sono andato di sopra per prendere qualcosa prima di uscire e mi sono distratto. Poi ho sentito un grido di mamma e ho capito che qualcosa non andava, quindi sono corso di sotto. Aveva i piedi sopra il divano e la testa su un cuscino, gocciolante di sudore. Ero davvero confuso perché non poteva dire niente e mentre correvo a prendere un po’ d’acqua, l’ho vista cadere dal divano, così ho Sono scivolato in ginocchio sul pavimento e l’ho afferrata prima che cadesse a terra”. Dopo averla messa sulle mani e sulle ginocchia le ha massaggiato la schiena mentre la donna vomitava, incosciente. “Sapevo che poteva soffocare con il vomito quindi ho urlato il suo nome e non ricevendo rispsta l’ho messa in posizione di sicurezza”.

Le conseguenze dell’ictus sono pesanti

“Ho chiamato papà in vivavoce alle 13:16 e avevo la mia mano sinistra sul lato della sua testa per tenerla sollevata e la mia mano destra sulla sua guancia per assicurarmi che la sua lingua non rotolasse indietro mentre le parlavo costantemente”. Il padre era vicino a casa ed è tornato subito indietro tenendola in braccio mentre il 17enne le metteva un asciugamano sotto la testa. L’ambulanza è arrivata due minuti dopo la chiamata e dopo aver stabilizzato la donna l’ha portata nell’ospedale di Drogheda. “Ricordo di essere poi crollato perchè non sapevo cosa sarebbe successo. Sono tornato dentro, ho pulito il pavimento e sono rimasto seduto tremante per circa un’ora”. Sua madre è stata successivamente trasferita al Beaumont Hospital di Dublino dove, dopo l’intervento chirurgico, è stata posta in coma indotto per tre settimane. A causa delle restrizioni di Covid-19, Dylan o i suoi fratelli non sono stati in grado di visitare la loro madre e il loro papà Keith ha avuto visite limitate. L’emorragia cerebrale di Pamela l’ha lasciata paralizzata sul lato destro e incapace di parlare ma è viva, grazie a suo figlio.