Dal muro spunta un arsenale: scoperti Kalashnikov, giubbotti antiproiettile e droga durante un’operazione anticamorra

un fucile automatico

Gli uomini della Squadra Mobile di Napoli hanno scoperto un kalashnikov con caricatore, un’importante quantità di droga e tre giubbotti antiproiettile in un’intercapedine nel muro

Un vero e proprio arsenale di armi e droga nascosto nel muro di uno stabile. È stato scoperto, nel corso di un’operazione anticamorra nel quartiere della periferia ovest di Napoli dagli uomini della Squadra Mobile cittadina. All’interno del muro c’era un Ak-47, meglio noto come kalashnikov, oltre a tre giubbotti antiproiettile e una quantità droga stimata in 600 grammi. Gli agenti lavorano costantemente in operazioni volte al contrasto delle organizzazioni camorristiche che operano sul territorio e quando sono entrati in uno stabile del quartiere di Pianura, nell’ambito di controlli mirati, hanno effettuato una fitta serie di perquisizioni. I militari infatti si sono recati nelle abitazioni e nei palazzi di pregiudicati residenti nel quartiere per controllarle palmo a palmo e questa attività ha dato i suoi frutti nell’edificio di via Artemisia Gentileschi.

LEGGI ANCHE =>> Mi ha calpestato e ha cercato di annegarmi. La confessione shock di un bambino sugli abusi del papà

I fatti di sangue nel mese di agosto a Pianura

Controllandone l’atrio hanno individuato, in una intercapedine sul muro, il pericoloso fucile automatico con il suo caricatore, oltre a diversi involucri di sostanze stupefacenti (marijuana, hashish e cocaina) e ai giubbotti antiproiettile. Questa attività si rivela di fondamentale importanza in un quartiere, quello di Pianura, che non si è ancora scrollato di dosso i fatti di sangue avvenuti nel mese di agosto quando il 25enne A.Z. venne ucciso a colpi di arma da fuoco in via Carrucci e i Carabinieri trovarono dieci bossoli a terra. Le ferite riportate si rivelarono fatali e nonostante il rapido trasporto all’ospedale San Paolo il 25enne perse la vita. Pochi mesi prima, a giugno, vennero trovati per terra altri 13 bossoli dagli agenti della Polizia di Stato, intervenuti dopo una segnalazione.