“Vaccinati, guariti o morti”: le parole shock dalla Germania

Il Ministro della Salute tedesca, Jens Spahn, si è espresso con parole drammatiche in riferimento alla situazione in Germania.

Una situazione sempre più difficile. Questo è ciò che emerge in queste ultime settimane in Germania, in seguito all’impennata vertiginosa di casi di Covid e ai reparti ospedalieri sempre più affollati.

Jens Spahn, Ministro della Salute tedesca, ha dichiarato: “A fine inverno, quasi tutti i tedeschi saranno vaccinati, guariti o morti”. Parole drammatiche che rendono bene l’idea su quanto sia complicata la situazione nel paese tedesco.

Spahn ha continuato: “Con la variante Delta, questo scenario è purtroppo molto probabile. Sarà molto difficile non entrare a contatto con il virus, ormai così diffuso. La situazione è sempre più grave, nell’ultima settimana l’incidenza si è quintuplicata”.

Il Ministro della Salute tedesca, Jens Spahn: “Sarà molto difficile non entrare a contatto con il virus, ormai così diffuso”

Nelle ultime 24 ore in Germania, come diffuso dal Robert Koch Institute, sono stati rilevati 30.643 casi e 62 decessi.

Spahn ha lanciato anche un appello ai no vax: “I vaccinati nella stragrande maggioranza dei casi saranno protetti dalla malattia, mentre i non vaccinati rischieranno seriamente di ammalarsi. Posso solo fare un appello a chi non si è ancora vaccinato: non è solo una questione puramente personale, ma anche un dovere di solidarietà”.

Queste, invece, le parole della Merkel parlando al direttivo della Cdu: “Le misure anti-Covid attuali non sono sufficienti per fronteggiare la gravità della situazione. Abbiamo una situazione che sovrasterà tutto quello che abbiamo avuto finora”.