La disperazione dello zio: “I miei due nipoti e altri tre bimbi sono morti dopo aver mangiato noodles istantanei”

drammatico decesso

Due bimbi sono deceduti dopo aver mangiato degli spaghetti istantanei in diverse occasioni e i genitori stanno esortando gli altri a prestare molta attenzione

I piccoli sono stati portati d’urgenza in ospedale dopo aver lamentato crampi allo stomaco ad una settimana di distanza l’uno dall’altro. La vicenda arriva dal Sud Africa ed è venuta alla luce dopo la denuncia dello zio dei bambini, Mpho Chosen Makofane: “Siamo distrutti come famiglia perchè non avremmo mai pensato che ci sarebbe capitata una cosa del genere”. Keamogetswe Makofane, 13 anni, e sua sorella Thato Makofane, di 9, sono morti a un’ora di distanza la scorsa settimana dopo aver mangiato i noodles istantanei a Mpumalanga: “Non abbiamo avuto notizie dalla polizia e siamo dunque andati a chiedere alla scientifica il risultato dell’autopsia. Siamo stati informati che ci avrebbero ricontattato una volta ricevuti i risultati dal laboratorio di Pretoria”.

LEGGI ANCHE =>> Disastroso incidente durante la gara: mezzo fuori controllo si lancia sulla folla, morti 2 bimbi

Un incidente simile pochi giorni prima: 3 i bimbi morti

L’uomo ha spiegato che quando i risultati saranno disponibili rivelerà il marchio di noodles mangiato dai bimbi. Il portavoce della polizia Busisiwe Mthethwa ha detto che l’indagine è in corso e che i risultati dell’autopsia sono in attesa. Un incidente simile si è verificato solo una settimana prima a Eastern Cape: in questo caso due bambini e un neonato sono morti dopo aver mangiato un pacchetto di spaghetti istantanei acquistati in un minimarket. Presentando sintomi similari alle ultime due vittime, ovvero crampi allo stomaco e malessere e sarebbero deceduti mentre venivano portati in ospedale su diverse auto. Priscilla Naidu, portavoce della polizia ha spiegato: “Stavano facendo visita ai nonni e la bimba di 11 anni è andata al negozio e ha comprato un pacchetto di noodles, li ha cucinati e i bambini li hanno mangiati prima di tornare a Motherwell”.