Finge di rubare un’auto, ma lo scherzo finisce molto male: influencer e ‘complici’ condannati a 3 anni e sei mesi

pesante sentenza
Una volta fuori di prigione difficilmente torneranno a fare scherzi alcuni influencer russi condannati a scontare 3,5 anni per aver finto di rubare un’auto

Fare scherzi in Russia può avere conseguenze estremamente pesanti. Ne sanno qualcosa tre influencer russi, che dovranno scontare tre anni e mezzo in prigione per aver finto di rubare l’auto ad un tassista. La sentenza è arrivata venerdì 26 novembre a Mosca: i tre sono cittadini del Kazakistan e si chiamano Ramir Khasanov, Aidyn Tussupov e Ersin Dumshebay e hanno tentato il finto furto nel quartieri degli affari della capitale russa. Uno di loro ha filmato la scena compresa la reazione del conducente: nel video scherzo si vede il secondo prankster entrare al posto di guida mentre il secondo ‘complice’ finge di caricare un sacchetto nel bagagliaio del taxi. Ma in pochi istanti il ragazzo alla guida parte fingendo di rubare una BMW di alto valore mentre l’autista, intento ad aiutare l’altro giovane a caricare i bagagli, inizia a correre sconvolto. Secondo quanto riportato dai media locali il taxi è stato restituito poco dopo informando il proprietario dello scherzo, ma questo non è bastato e ci sono state conseguenze legali.

LEGGI ANCHE =>> Prankster 16enne si traveste da agente per uno scherzo: la polizia reale lo arresta subito

Il prankster ha oltre un milione di follower

Aidyn Tussupov ha 1,2 milioni di follower su Instagram ed è finito in tribunale. Lo scherzo risale al mese di marzo, secondo quanto riportato da Televisa News: i tre hanno affermato che nonostante abbiano restituito il veicolo pochi minuti dopo l’autista aveva già contattato la polizia; si ritiene inoltre che in precedenza avessero già fatto scherzi similari e, dopo alcuni mesi di processo, le autorità hanno deciso di condannarli a 3 anni e sei mesi di carcere. Il video era stato anche diffuso sui social media dell’influencer ma in seguito è stato rimosso a causa delle gravi conseguenze legali.