Bimbo di 3 anni ‘tossisce’ una sanguisuga di 8 centimetri dalla sua bocca: scoperto come è finita nel suo corpo

lunga 8 cm

Dopo mesi di tosse e sangue dal naso un bambino ha sputato fuori dal suo corpo una grossa sanguisuga. L’ha espulsa grazie ad un colpo di tosse molto forte: i medici hanno spiegato che cosa può essere accaduto

Una tosse costante ed insistente accompagnata da perdita di sangue dal naso. I genitori di un bimbo di 3 anni avevano quasi perso le speranze di capire a cosa fossero dovuti quei sintomi, dopo averlo portato da diversi medici per cercare di far luce sulla situazione. Fino a che il piccolo un bel giorno ha tossito così forte che dalla sua bocca è fuoriuscita una ‘creatura’ viva e vegeta. Una sanguisuga lunga ben otto centimetri, per essere precisi, entrata probabilmente nella gola del bimbo dopo che questi aveva bevuto acqua contaminata. Lo ha ipotizzato il dottor Jason Brotherton che lo scorso mese ha visitato il bimbo, dopo il ricovero avvenuto in un ospedale in Kenya. Chiaramente quando il bambino lo ha ingerito l’animale sarebbe stato molto più piccolo, crescendo nel suo corpo fino a raggiungere dimensioni considerevoli.

LEGGI ANCHE =>> Mangia Sushi e sente fastidio alla gola, i medici le trovano un verme vivo nelle tonsille

Le parole del dottore che ha vistato il bimbo

“Continuava a perdere sangue dal naso e a manifestare una tosse cronica per oltre tre mesi – ha dichiarato il dottore al The Independent – Abbiamo controllato l’emoglobina ed era molto bassa, ma poi il piccolo ha iniziato a tossire così forte che la madre ha deciso di guardare in bocca e ha visto la sanguisuga nella parte posteriore della gola. Il sanguinamento dal naso è un indizio piuttosto comune in pazienti che, per un motivo o l’altro, ingeriscono questi animali, che generalmente stazionano nelle vie aeree superiori. Ma se scendono nell’acido dello stomaco, li uccide. È comunque la prima volta che vedo una sanguisiga di queste dimensioni”.