Si ferma per prestare soccorso al conducente di un’auto dopo un incidente: investito e ucciso sull’A14

morto un volontario

Tragedia sull’autostrada A14: un pensionato, volontario e impegnto in attività per la sicurezza stradale è morto dopo essersi fermato per aiutare il conducente di un altro mezzo, coinvolto in un incidente autonomo

Faceva il volontario ed era in prima linea anche in attività riguardanti la sicurezza stradale ma proprio su una strada ha perso la vita. Si tratta di un 78enne, R.C., residente a Bologna e deceduto sull’autostrada A14, pensionato, che si era fermato per prestare soccorso al conducente di un veicolo rimasto coinvolto in un primo incidente autonomo. A spiegare nel dettaglio la dinamica dei fatti è stata la società Ausotrade per l’Italia che ha diffuso una nota per sototlineare che “il conducente di una seconda auto, fermatosi per prestare soccorso in seguito ad un primo incidente autonomo ai danni di un altro veicolo, ha perso la vita dopo essere stato investito da una terza autovettura”.

(Foto d’Archivio)

LEGGI ANCHE =>> Panico in volo per una coppia, la corda si spezza in un terrificante incidente in parapendio: il video

Chiuso per ore il tratto autostradale

Un lutto frutto dunque di un duplice incidente, quello constatato dai paramedici intervenuti nel tratto compreso tra Imola e Castel San Pietro, in direzione Bologna all’altezza del chilometro 38,5. Oltre alla vittima sono rimaste ferite anche due persone, portate in ospedale in condizioni non gravi. La tragedia è avvenuta durante la notte tra il 3 e il 4 dicembre ed il tratto autostradale interessato è stato chiuso al traffico, con riapertura solo dopo le 4.