Ragazza assale il padre confessore e urla parole blasfeme: quattro frati costretti a eseguire un esorcismo

L’episodio è avvenuto presso il Santuario di Monte Berico, a Vicenza. La ragazza dopo ore si sarebbe addormentata stremata.

Una giovane ragazza avrebbe assalito il suo confessore mentre proferiva bestemmie. L’episodio blasfemo è avvenuto a Vicenza nel Santuario di Monte Berico.

Quattro frati dell’Ordine dei Servi di Maria del Santuario sarebbero stati costretti a eseguire un vero e proprio esorcismo per placare la “furia” della giovane. Molta la paura fra i fedeli, i quali sono stati allontanati dalla sala della penitenzieria. L’episodio è avvenuto la scorsa domenica mattina e nel Santuario sono giunti e intervenuti anche alcuni agenti delle forze dell’ordine e gli operatori del 118.

Ragazza bestemmia e aggredisce il padre confessore: quattro frati eseguono un esorcismo. L’episodio è avvenuto presso il Santuario di Monte Berico, a Vicenza

La ragazza non era nuova ad attacchi di panico e di squilibrio. Sua madre, infatti, l’avrebbe accompagnata al Santuario in seguito a comportamenti violenti e frasi blasfeme avvenute in casa.

Al momento dell’aggressione verso il padre confessore, ad attendere la ragazza erano presenti madre e fratello. Durante l’aggressione, il padre confessore ha dovuto chiedere l’aiuto dei confratelli. Dopo aver allontanato i fedeli, sarebbero stati in quattro a eseguire il rito dell’esorcismo.

Stando ad alcune ricostruzioni, intorno alle 20.30 la ragazza si sarebbe addormentata di colpo, stremata.