Affare di famiglia ‘allargata’: spacciava cocaina con moglie, amante e fratello. Raffica di condanne in tribunale

raffica di condanne

Aveva messo in piedi con la ‘famiglia allargata’ un giro dello spaccio tra Pesaro, dove ‘lavorava’ con l’amante e Rimini dove abitava con moglie e tre figli. Condannato a 4 anni

Non solo spacciava droga ma lo faceva con l’aiuto della moglie e dell’amante, muovendosi tra Rimini e Pesaro. Aveva messo in piedi un vero e proprio traffico di cocaina in famiglia, “lavorando” sia mentre si trovava con la sua consorte nella città di Rimini, dove viveva con i loro tre figli. Ma raggiungendo anche l’amante nel pesarese e spacciando pure con lei nella piazza del suo comune di residenza ovvero Santa Veneranda. La persona in questione non ha buoni trascorsi: le forze dell’ordine lo conoscono quale personaggio noto nell’ambito del traffico di stupefacenti e a Pesaro era diventato di fatto un vero e proprio pusher ei centri commerciali. Alla persona in questione, M.B., è stato peraltro trovato un chilo di cocaina in un’intercapedine esterna dell’appartamento nel Pesarese e dopo opportune indagini sono stati identificati anche alcuni suoi complici: nelle scorse ore lo spacciatore ha patteggiato la pena a 4 anni e 2 mesi.

LEGGI ANCHE =>> Pensa sia un anello di bigiotteria e vuole buttarlo: in realtà è un diamante da 2 milioni

Anche la moglie a processo: per lei rito abbreviato

La moglie M.B. ha optato per il giudizio con rito abbreviato e, a conclusione del processo, ha ricevuto una condanna a 2 anni e 8 mesi. Imputata a piede libero, si è trova da diverse settimane in Albania dove peraltro è presente anche il marito. In precedenza aveva patteggiato invece l’amante. Ma l’affare di famiglia coinvolgeva anche il fratello dello spacciatore e quello della moglie: entrambi hanno scelto il patteggiamento. Tra i condannati c’è anche un cliente e a sua volta spacciatore per conto del nucleo familiare, che dovrà scontare un anno. L’arresto di M. è avvenuto nel 2019 quando venne sorpreso mentre cedeva alcune dosi di coca ai clienti; ne seguì una perquisizione nella casa dell’amante dove, oltre alla droga, vennero trovati oltre 10mila euro in contanti. Le indagini successive hanno permesso di accertare che, anche quando tornava dalla moglie, l’attività di spaccio proseguiva.