In coma dal 2006 dopo un incidente sul lavoro: è morto un vigile del fuoco altamente specializzato

morto dopo 15 anni in coma

Rimase coinvolto in un grave incidente 15 anni fa, durante un’esercitazione: nel giorno dell’Immacolata è venuto a mancare un vigile del fuoco di Ferrara, in coma sin da quel giorno

Si trovava in coma dal 2006 quando, durante un’esercitazione, rimase ferito gravemente e purtroppo nelle scorse ore il suo cuore si è fermato dopo un repentino peggioramento delle sue condizioni. La vittima è M.G., un vigile del fuoco rimasto coinvolto in un incidente sul lavoro avvenuto 15 anni fa presso la centrale nella quale lavorava a Ferrara, quando un camioncino lo schiacciò mentre si stava occupando di verificare la solidità di un cavo d’acciaio teso tra due mezzi; fu la conseguenza dell’errore dell’autista di un furgone e di chi lo autorizzò ad entrare nel piazzale: il cavo venne infatti agganciato dal furgone stesso trascinando i mezzi, uno dei quali andò a colpire il vigile del fuoco, che dopo un lungo ricoverò venne portato nell’abitazione acquistata dai genitori nel 2009 appositamente per prendersi cura di lui. Si trattava di un uomo straordinario che, prima dell’incidente, aveva preso parte per conto dell’Enea ad una misisone in Antartide ed era un vigile del fuoco altamente specializzato oltre ad avere diverse passioni, in primis i viaggi ma anche la motocicletta, gli aquiloni e la costruzione di aeromodelli.

LEGGI ANCHE =>> Vigile del fuoco porta via da un ristorante un serbatoio di gas in fiamme per evitare che esploda. Il video

Verrà sepolto accanto al padre, scomparso due anni fa

Appresa la notizia della sua scomparsa, il corpo dei vigili del fuoco ha espresso dolore e cordoglio ai parenti di un uomo definito straordinario ed altamente preparato. I suoi colleghi sono sempre rimasti accanto ai genitori e ai parenti creando anche il gruppo Amici di Marco per raccogliere fondi ed effettuare donazioni a diverse associazioni di Ferrara e provincia. Il decesso è sopraggiunto all’ospedale di Cona dove era stato ricoverato alcuni giorni fa: tutti, sia dal comando di Ferrara che dai distaccamenti di Comacchio, Codigoro, Portomaggiore e Cento, hanno voluto ricordarlo con un minuto di silenzio e, poi, con decine di messaggi postati su Facebook. Due anni fa era scomparso il padre Antonio ed oggi tutti si raccolgono attorno alla mamma Laura, rimasta sola. Verrà sepolto accanto al padre nel cimitero di San Martino: i funerali sono previsti per martedì 14 dicembre partendo dalla camera mortuaria dell’ospedale.