“Volevano che portassi in grembo loro figlio”: nuovissime agghiaccianti accuse sul caso Epstein

Emergono particolari sempre più agghiaccianti nel caso Epstein. Virginia Roberts avrebbe dovuto fare da madre surrogata per il figlio dell’uomo e di Ghislaine Maxwell.

Nel corso del processo a a Ghislaine Maxwell, stanno emergendo strani particolari sulla relazione fra la donna e Jeffrey Epstein.

La donna è accusata di aver trovato ragazze per Epstein in modo che l’uomo potesse abusarne. Secondo l’accusa, anche lei avrebbe partecipato ad alcune di queste violenze sessuali e aggressioni, ma lei ha sempre negato ciò. I pubblici ministeri hanno descritto la coppia come dei “compagni di criminalità” nell’abusare delle giovani vittime.

Secondo una indiscrezione pubblicata dal ‘Sun’, la coppia voleva usare una delle sue vittime come surrogato per avere un figlio: si tratterebbe di Virginia Roberts, la donna che sostiene di essere stata abusata anche dal principe Andrea all’età di 17 anni.

L’accusa di Virginia Roberts: “Avrei dovuto fare da madre surrogata per Epstein e Ghislaine Maxwell”

Virginia Roberts avrebbe dovuto fare da madre surrogata, essendo a 19 anni troppo ‘anziana’ per le perversioni da pedofilo dell’uomo. Come ‘riconoscenza’ per la gravidanza le sarebbe stata offerta una villa.

Inoltre, secondo l’avvocato di Roberts, Brad Edwards, Epstein e Maxwell “hanno detto a Virginia che si sarebbero presi cura di lei per il resto della sua vita se avesse accettato di dare un figlio a Epstein e Maxwell, anche se c’erano alcuni vincoli”.

E ancora: “In particolare, avrebbe dovuto firmare un contratto in cui accettava che il bambino non fosse suo, ma il figlio legale di Epstein e Maxwell. È stata l’ultima goccia. Non poteva sopportare il pensiero che Epstein e Maxwell crescessero suo figlio. Sapeva che doveva scappare”.

Il ‘New York Times’ ha rivelato altri particolari agghiaccianti su Epstein. Egli, infatti, voleva creare una vera e propria fabbrica di bambini per diffondere il suo Dna, dove tenere 20 donne gravide alla volta.