Interviene dopo un tamponamento sulla A23 e viene travolto: è morto un agente a due anni dalla pensione

investito da un'auto

Tra due anni sarebbe andato in pensione l’agente investito da un veicolo sulla A23 mentre stava effettuando i rilievi di un precedente sinistro. Avviate le indagini per accertare la dinamica dei fatti

Stava facendo il suo lavoro sull’autostrada A23, ovvero dei rilievi in seguito ad un incidente, quando un altro veicolo lo ha travolto, uccidendolo. Le forze dell’ordine piangono la morte di M.T., un polziotto di 58 anni morto nel tratto tra Udine nord e Gemona, a soli due anni dalla pensione. Nato in provincia di Udine, sposato e con un figlio, era intervenuto al chilometro 34,4 dopo la segnalazione di un tamponamento, per cause ancora da chiarire, tra una Ford Fiesta ed una Fiat Panda: probabilmente sotto shock il conducente di uno dei due veicoli si è allontanato dal luogo dell’incidente ed, illeso, è stato successivamente trovato in una vicina area di sosta.

LEGGI ANCHE =>> Disastro alluvione a Catania: l’atto eroico di un agente per salvare un uomo bloccato in auto

Nel frattempo è intervenuta una pattuglia della stradale di Amaro per effettuare i rilievi del caso. Per cause che andranno accertate nel dettaglio, l’agente è stato travolto da un veicolo in transito, piombando a terra dove è deceduto sul colpo per la gravi ferite riportate. Diverse pattuglie della polstrada sono subito giunte sul posto ma tutti si sono subito resi conto, compresi vigili del fuoco e paramedici, che per il 58enne non c’era più nulla da fare.

Il commovente messaggio del presidente Mattarella

“Ho appreso con profonda tristezza la notizia dell’incidente in provincia di Udine in cui, durante lo svolgimento di attività di servizio, ha perso la vita l’assistente capo coordinatore della polizia di Stato Maurizio Tuscano. Nell’esprimere a lei ed a tutta la polizia di Stato la mia solidale vicinanza, la prego di far giungere ai familiari i miei sentimenti di commossa partecipazione al loro cordoglio”. Lo ha scritto in una nota inviata al capo della polizia Lamberto Giannini, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.