Sbanda sulla provinciale e l’auto si ribalta in un fosso: morti padre e figlio 13enne

due morti

Si ritiene che il fondo ghiacciato possa aver innescato il grave incidente mortale avvenuto nelle scorse ore ad Orzinuovi e costato la vita a un 51enne e a suo figlio

Stavano rientrando a casa dopo una giornata trascorsa ad Orzinuovi insieme ad alcuni amici che erano andati a trovare. Ma qualcosa è andato storto e le vite di due persone, un 51enne ed il figlio di soli 13 anni, sono state portate via: le vittime sono S.A.Y e il piccolo S che viaggiavano su una Honda Civid guidata dal padre quando intorno alle 20 di sabato, raggiunta la strada provinciale 2, il veicolo ha iniziato a sbandare andando a finire fuori strada per poi ribaltarsi e finire la sua corsa in un fosso. Un tragico incidente avvenuto con molta probabilità a causa del fondo ghiacciato anche se la dinamica dello schianto è ancora in fase di ricostruzione: purtroppo quando i soccorritori sono giunti sul posto per il padre non c’era più nulla da fare e ne è stato dichiarato il decesso. I vigili del fuoco hanno invece liberato dalle lamiere il 13enne ancora in vita e i sanitari lo hanno trasportato all’ospedale di Chiari in codice rosso ma qui purtroppo è spirato poche ore dopo.

tamponamento a catena

LEGGI ANCHE =>> Suv in fuga dalla polizia sbanda, si schianta contro la montagna e fa una giravolta in aria: il video

Il cordoglio degli organizzatori della festa di Radio onda d’urto

Padre e figlio abitavano nel comune di Rudiano ed ora in paese sono tutti sconvolti per quanto accaduto. L’amministrazione comunale ha espresso la sua vicinanza alla madre e moglie delle vittime e ai tre figli, più grandi della vittima, rimasti senza un padre. Il 13enne frequentava le scuole medie all’Istituto comprensivo e quest’anno avrebbe dovuto concludere il suo percorso di studi per poi passare alle superiori. Il 51nne lavorava in una azienda del territorio. Come emerso in seguito l’uomo era un volontario della Festa di Radio Onda d’Urto e in una nota è stato espresso tutto lo strazio per l’accaduto: “Siamo sgomenti e addoloratissima per la morte improvvisa del nostro caro fratello e di suo figlio, in un incidente stradale. S. era venuto dal Ghana, lavorava qui come operaio per dare un futuro migliore alla sua famiglia. Da tanti anni faceva parte del servizio d’ordine della Festa, dove agiva con gentilezza, col sorriso sulle labbra e con grande capacità: tutti i volontari gli volevano bene per la sua cordialità e umanità”. Tutti i rilievi sono già stati effettuati dai carabinieri: non è stata disposta l’autopsia, pertanto potranno essere organizzati a breve i funerali.