Meghan coinvolta nel processo del Principe Andrea: l’incredibile ipotesi

I legali di Virginia Roberts Giuffre vorrebbero chiamare a testimoniare la Duchessa del Sussex nella causa contro il Principe Andrea.

Virginia Roberts Giuffre, la donna che accusa il principe Andrea di averla costretta a fare sesso con lui quando all’epoca era minorenne, continua nella sua battaglia per avere giustizia. I suoi legali, infatti, avrebbero deciso di chiamare a testimoniare al processo civile contro il Principe Andrea un personaggio in particolare: la duchessa del Sussex Meghan Markle.

Una notizia che ha dell’incredibile se confermata. L’avvocato che cura gli interessi della Giuffre nella sua azione legale è David Boies. Secondo l’uomo, Meghan Markle era una persona su cui il Principe Andrea poteva contare per “dire la verità”.

Meghan Markle coinvolta nel processo al Principe Andrea? Ecco l’incredibile ipotesi

Al ‘Daily Beast’, David Boies ha anche affermato che Meghan Markle sarebbe da prendere in seria considerazione perché vive negli Stati Uniti, quindi è soggetta alla giurisdizione dei tribunali americani. Inoltre, ha affermato: “Meghan era uno stretto collaboratore del principe Andrea e quindi è in grado di aver forse visto quello che ha fatto”.

Boies ha anche detto: “La Markle è solo una delle persone che stiamo considerando, non abbiamo ancora preso una decisione”.

Il ‘Daily Beast’ riporta anche la notizia che l’ex moglie del duca, Sarah Ferguson, sarebbe stata presa in considerazione. La sua presenza al processo, però, è più complicata per il fatto che la donna vive nel Regno Unito.

Gli avvocati del principe Andrea, dal canto loro, vogliono che l’azione civile venga archiviata. Queste le loro parole: “Accuse infondate. Il sensazionalismo e le allusioni hanno prevalso sulla verità”.