Orrore nella baia, 31enne attaccato e ucciso da uno squalo nel giorno della Vigilia di Natale

morto un ragazzo

Divieto di entrare in acqua per 24 ore. Lo hanno deciso le autorità per la zona di Morro Bay, in California, dopo il presunto attacco mortale di uno squalo ai danni di un uomo, rimasto ucciso

Morire per l’attacco di uno squalo mentre si fa surf. È accaduto nelle scorse ore in California, a Morro Bay, e la vittima è un uomo di soli 31 anni che, mentre si trovava in acqua con la tavola, sarebbe stato attaccato mortalmente. Le autorità sono intervenute subito dopo che è stato lanciato l’allarme: i paramedici non hanno potuto fare altro che dichiarare il decesso sul posto del surfista mentre le forze dell’ordine hanno emanato un immediato divieto di ingresso in acqua per le successive 24 ore. Come riferito dai media locali citando la polizia, gli agenti hanno risposto alla segnalazione di una vittima di sesso maschile “non reattiva sulla spiaggia, dopo essere stata tirata fuori dall’acqua”.

LEGGI ANCHE =>> Surfista attaccato da uno squalo davanti agli amici: Ha subito lesioni critiche

Primo incidente in questa zona da 18 anni

Le indagini sull’incidente sono in corso ma stando alle prime analisi delle ferite trovate sul corpo della vittima, i medici non avrebbero dubbi: sarebbero compatibili con l’aggressione di uno squalo bianco. La prima persona a lanciare l’allarme è stata una donna che ha notato il corpo in acqua e, non distante, la tavola da surf, nel giorno della vigilia di Natale, in una spiaggia ubicata a metà strada tra Los Angeles e San Jose. “È un incidente terribile”, ha dichiarato Eric Endersby, responsabile nella zona di Morro Bay. Sottolineando che fortunatamente non erano molti i surfisti in acqua dato che le condizioni meteo non erano particolarmente favorevoli alla loro attività. Al momento non è chiaro se qualche bagnante abbia assistito all’attacco. Incidenti simili in questa zona della California non avvenivano da 18 anni: era il 2003 quando una 50enne venne attaccata da uno squalo.