Donna trovata morta in un villaggio abbandonato sepolto dalla vegetazione: uccisa da una lastra di cemento

48enne trovata morta

Una 48enne è stata rinvenuta senza vita in un’area boschiva cresciuta sui resti di un villaggio abbandonato noto per essere un ritrovo per gli amanti del brivido. Si tratterebbe di un fatale incidente

Proseguono le indagini per capire cosa sia accaduto ad una donna di 48 anni il cui cadavere è stato rinvenuto all’interno di un’area boschiva che ha, nel corso dei decenni, ricoperto ciò che rimane di un antico villaggio abbandonato. Si tratta della zona vicino a Upper Bukit Timah Road, luogo noto per essere un ritrovo degli amanti del brivido. Su Youtube sono anche presenti alcuni video che mostrano persone camminare tra le rovine di quello che viene chiamato villaggio di Mendoza o Mendoza kampung, sito nel territorio di Singapore: strutture fatiscenti, alcune delle quali alte anche due metri disseminate su decine di metri nella foresta, che altro non sono se non tracce di un villaggio ormai scomparso e quasi interamente ricoperto di piante, arbusti ma anche di rifiuti di vario tipo. Secondo quanto riportato in un rapporto del Singapore Free Press del 4 dicembre 1958 Kampung Mendosa Bukit Timah Road era uno tra i sette villaggio che all’epoca ricevevano elettricità, dunque venne abbandonato solo in seguito.

LEGGI ANCHE =>> Treno deraglia dopo aver colpito un furgone rubato e abbandonato sui binari

L’area dovrebbe, secondo un master plan del 2019 dell’autorità per la riqualificazione urbana, essere utilizzata come parco ma la zona delle rovine è potenzialmente pericolosa e gli escursionisti veterani hanno avvertito di evitare, a causa del terreno insidioso, di percorrerla, in quanto vi sono alberi caduti, vetri e filo spinato, buche profonde oltre un metro, insomma molti pericoli presenti lungo i sentieri non segnalati. Stando alle indagini la donna sarebbe morta proprio a causa di un improvviso incidente, in quanto una lastra di cemento le sarebbe caduta addosso, uccidendola. Joven Chiew, amministratore del gruppo Facebook Singapore Hikers, ha affermato inoltre che gli escursionisti rischiano di essere accusati o multati quando entrano in terreni statali o sentieri non segnalati. Dicembre, inoltre, è la stagione delle piogge, quindi il terreno è più cedevole e le rovine hanno maggiori probabilità di sgretolarsi a causa delle precipitazioni costanti.

Chi era la vittima del tragico incidente

La donna, il sergente Melita Dollah, 48 anni, era un ufficiale di polizia ausiliaria di una società di sicurezza. La compagnia ha dichiarato allo Straits Times che sta facendo tutto il possibile per aiutare la sua famiglia e supportarla nel momento del dolore. Un portavoce ha detto che l’azienda è profondamente addolorata per la sua morte. “Melita era un ufficiale, collega e amica eccezionale. Un membro prezioso della famiglia, mancherà a tutti. Melita sarà anche ricordata come una grande madre per i suoi figli e una figlia amorevole”.