Fan ferma l’auto di un attore de “Il Signore degli Anelli” per dirgli che c’è un errore nel film

fan rivela errore nel film

Anche a distanza di ormai 20 anni i fan della trilogia cinematografica de Il Signore degli Anelli sono moltissimi e sempre molto appassionati. Tanto da portare uno di loro a ‘segnalare’ gli errori direttamente ad uno degli attori

Ha bussato al finestrino dell’auto dentro la quale era presente uno dei protagonisti della saga cinematografica fantasy de Il Signore degli Anelli per segnalargli qualcosa di davvero curioso. È stato proprio Sean Astin, che nella pellicola diretta da Peter Jackson interpreta lo hobbit Sam, a rivelarlo nel corso di un’intervista. Portando alla luce un aneddoto curioso che testimonia quanto i fan della trilogia (e ovviamente anche del libro) tengano all’accuratezza dei dettagli. La star che interpreta Samwise Gamgee lo ha detto in occasione del 20esimo anniversario della trilogia, rivelando a ScreenRant: “Eravamo nella limousine e un uomo ha iniziato a bussare al finestrino, sembrava un film dei Beatles, ci rincorrevano. Da matti. Ma quest’uomo era ben vestito e tutto, quindi ho tirato un po’ giù il finestrino e ha fatto passare una busta dicendo: ‘Ciao, sono il Dottor Tal dei Tali, devo far sapere a Peter Jackson che c’è un errore nel film, un’anomalia”.

LEGGI ANCHE =>> Mette le mani sul petto dell’attore Disney, lui la allontana. I social: ;Ha fatto bene, gesto inappropriato

Sean Astin rivela in quale punto del film si troverebbe l’errore

“Quando il troll delle caverne entra nella tomba di Balin e la Compagnia lotta per la prima volta come gruppo – ha proseguito Astin – Io prendo a padellate gli orchi, Elijah viene trafitto dalla lancia dell’orco o quello che era, ma ha la veste di mithril… Ecco, nella tomba di Balin il nano è colpito da un raggio di luce e il troll gli passa attraverso. Ma se conosci Lo Hobbit, sai che quando i troll incontrano la luce del sole si trasformano in pietra. Questo cardiologo ha scovato questa anomalia nell’universo, nella mitologia nella quale abbiamo fatto questo errore. Mi ricordo che ho pensato solo: ‘Non penso che possiamo rigirarla, amico’”. In effetti dunque il fan aveva ragione, a riprova della grande passione che lega milioni di persone a questi incredibili film.