Federico Chiesa si rompe il crociato: quali possono essere i tempi di recupero?

Il forte calciatore italiano della Juventus si è rotto il legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro durante il match di ieri a Roma.

La notizia che nessun tifoso juventino e, in generale, sportivo, voleva ricevere è arrivata: Federico Chiesa dovrà stare lontano dai campi di calcio per tantissimo tempo. Durante il match di ieri fra Roma e Juventus, vinto dai bianconeri in rimonta per 3 a 4, Chiesa è uscito dal campo al 32esimo minuto di gioco a causa di un brutto problema al ginocchio.

Si è subito avvertito che il problema non fosse di poco conto. Oggi è arrivata la conferma. Federico Chiesa ha riportato la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Una diagnosi impietosa per uno degli assoluti protagonisti della vittoria della Nazionale italiana agli scorsi Europei. La notizia è allarmante sia per la squadra bianconera, in aperta lotta per conquistare un posto fra le prime quattro, sia in ottica azzurra. A marzo ci saranno i playoff per l’accesso ai prossimi Mondiali in Qatar e Mancini dovrà fare a meno di uno dei suoi pilastri.

Rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro per Chiesa. Quali saranno i tempi di recupero?

Quali sono ora i tempi di recupero? Per infortuni di questo tipo, purtroppo, i tempi di recupero sono molto lunghi e andranno anche considerate eventuali ricadute. Ciò che sembra certo è che l’esterno della Juventus e della Nazionale abbia terminato con largo anticipo la stagione. La speranza è quella che Chiesa torni in campo subito all’inizio della prossima stagione.

Solitamente, i tempi di recupero da una rottura del legamento crociato si attestano fra i 6 e gli 8 mesi. Molto dipenderà anche dalla capacità di recupero del giocatore. Una brutta tegola per il classe 1997, che ora dovrà guardare il resto della stagione da fuori.

Chiesa ora dovrà operarsi, come confermato dal comunicato ufficiale della Juventus uscito pochi minuti fa: “Gli accertamenti diagnostici eseguiti questa mattina presso il J Medical hanno evidenziato la lesione del legamento crociato anteriore. Sarà necessario intervenire chirurgicamente nei prossimi giorni”.