Confessa da sonnambula di aver derubato una paziente in sedia a rotelle: marito coraggioso la denuncia

la confessione da sonnambula

Un’assistente sanitaria colpevole di aver rubato migliaia di sterline a una paziente vulnerabile è stata tratta in arresto dopo che il marito l’ha sentita ‘confessare’ nel sonno e ha deciso di denunciarla

Denunciara la propria moglie dopo averle sentito confessare un reato da sonnambula. È accaduto davvero al marito di Ruth Fort, un’assistente sanitaria di 47 anni che avrebbe rubato oltre 7000 sterline ad una donna vulnerabile e costretta su una sedia a rotelle; i fatti sarebbero avvenuti mentre lavorava in una casa di cura ed il marito Antony, 61 anni, ha preso la coraggiosa decisione di denunciarla dopo averla sentita parlare nel sonno di quel furto. La 47enne avrebbe dovuto prendersi cura della paziente ma le ha invece sottratto 7200 sterline: è stato proprio Antony a rivelarlo alla polizia nel corso della sua denuncia, spiegando che la moglie avrebbe rivelato il suo crimine nel sonno. Già in precedenza era diventato sospettoso dopo che, durante una vacanza in Messico, la donna aveva speso migliaia di sterline. I sospetti hanno trovato conferma quattro settimane dopo, quando Antony è stato svegliato dalla moglie che mormorava di ‘soldi’ nel sonno, prima di trovare la carta di debito della paziente della casa di cura nella sua borsa.

LEGGI ANCHE =>> La confessione: Ho vinto 4 milioni alla lotteria, la mia famiglia non riceverà niente. Cosa ne pensate?

L’uomo, microbiologo e padre di tre figli, l’ha denunciata alla polizia di Ruth e nei giorni scorsi è apparsa davanti alla Liverpool Crown Court. “Nutrivo i primi sospetti quando Ruth ha iniziato a spendere troppo. All’inizio era solo una sensazione ma quando ho trovato la carta di debito nella sua borsa ho capito”, ha raccontato Antony. “La amo profondamente ma non potevo ignorare quello che aveva fatto. Per me era inaccettabile che potesse rubare ad una persona vulnerabile e dovevo denunciarla”. I due si sono incontrati alla Liverpool University iniziando a frequentarsi nel 2008 e condividendo molte passioni, su tutte quella per la musica. “Siamo andati a tanti concerti, eravamo davvero felici insieme”. Si sono trasferiti a Fleetwood nel Lancashire e si sono sposati la vigilia di Capodanno del 2020, poi dopo aver affrontato alcuni problemi di coppia si sono trasferiti in un altro villaggio del Lancashire e Ruth ha trovato un lavoro part time come badante.

Il racconto dell’uomo: “Così ho scoperto il furto”

“Una notte nel 2018 sono andata a prenderla al lavoro e mi ha detto di aver portato uno dei residenti della casa di cura a fare la spesa. Ha detto che la signora aveva 98mila dollari sul conto in banca e qualcosa nel suo modo di parlare mi ha fatto preoccupare, rendendomi conto che Ruth aveva accesso alla carta e al pin. Ho iniziato a preoccuparmi come per istinto: pochi mesi dopo durante una vacanza in Messico Ruth ha iniziato a spendere moltissimo e mi ha detto che i parenti le avevano dato mille sterline, ma non sapevo se crederle”. A fine 2018, Ruth ha dovuto prendersi una pausa dal lavoro a causa della sua epilessia. Poco dopo, Antonio si svegliò sentendola mormorare nel sonno. Ha poi trovato la sua borsa sul pavimento accanto a lei, con quattro o cinque banconote da 20 sterline che cadevano. Mentre chiudeva la borsa ha notato una carta di debito che apparteneva alla residente della casa di cura di cui si era occupata. “Ruth mormorava di soldi e quando mi sono svegliato, ho visto la borsa per terra con alcune banconote cadute. Mi sono alzato per riporle e nella sua borsa ho visto la carta di debito, mi sono sentito assolutamente disgustato, non potevo crederci”. Pochi giorni dopo la donna è stata arrestata.