Elefante infuriato si scaglia contro un Suv con dentro una famiglia e lo ribalta: il drammatico video

famiglia all'interno

Momenti di paura per una famiglia di quattro persone a bordo di un Suv, durante un’escursione al iSimangaliso Wetland Park: un elefante ha attaccato l’auto, ribaltandola

Una disavventura da brivido che non dimenticheranno facilmente quella vissuta in un famoso parco sudafricano da una famiglia di quattro persone, rimaste letteralmente imprigionate nel Suv a bordo del quale stavano facendo un’escursione. È successo nell’iSimangaliso Wetland Park, dove un elefante arrabbiato si è improvvisamente scagliato contro il veicolo, rendendo agli occupante praticamente impossibile uscire e scappare. L’intera scena è stata filmata dall’occupante di un’auto che si trovava a poche decine di metri di distanza e che ha suonato il clacson per tutto il tempo nel tentativo di distrarre l’elefante. Il filmato è stato in seguito caricato sul canale Youtube Zululand Observer ottenendo migliaia di visualizzazioni e diventando virale.

LEGGI ANCHE =>> Nuota in acque vietate e un coccodrillo lo attacca alle spalle: il video spaventoso

Le parole di uno dei ranger intervenuto in loro soccorso

Nel filmato si può vedere l’elefante in mezzo alla strada spingere l’auto con la proboscide e poi capovolgerla. Dentro al veicolo c’erano due genitori ed i figli di 8 e 10 anni. Il pachiderma non soddisfatto, dopo aver ribaltato il mezzo ha continuato a spingerlo via prima di allontanarsi. In poco tempo, allertati dai testimoni, sul posto sono arrivati alcuni ranger che hanno tratto in salvo gli occupanti dell’auto. “Erano assolutamente terrorizzati e traumatizzati – ha dichiarato un ranger – da quello che è successo e temevano che l’elefante tornasse e li attaccasse di nuovo. Fortunatamente l’animale non ha trafitto il lato del veicolo con le sue zanne, perchè così facendo avrebbe potuto provocare la morte certa di uno o più di loro”. “La famiglia era molto scossa e hanno riportato alcune contusioni, penso che passerà del tempo prima che facciano di nuovo un giro in macchina attraverso una riserva di elefanti durante i loro viaggi”, ha concluso.