“Il male dovrei essermelo messo alle spalle”: le parole di Marino Bartoletti

“Forse il peggio è passato”. Con queste parole rilasciate al ‘Corriere della Sera’, Marino Bartoletti ha voluto rassicurare tutti sulle sue condizioni di salute.

Marino Bartoletti sta meglio. Il giornalista di 71 anni mesi fa aveva confessato in pubblico di essere malato di tumore. Ma in un’intervista rilasciata al ‘Corriere della Sera’ poco tempo fa, il giornalista, molto amato dal pubblico, ha detto di stare meglio e che il peggio è ormai alle spalle.

Queste le prime parole del giornalista: “Forse il peggio è passato. Il male di questa primavera dovrei essermelo messo alle spalle, fermo restando che devo sempre sottopormi a controlli periodici. L’affetto che mi è stato dimostrato mi ha dato una grande carica e probabilmente non sono estranee le medicine delle cose che faccio”.

La confessione di Marino Bartoletti: “Forse il peggio è passato. Il male di questa primavera dovrei essermelo messo alle spalle”

Molti mesi fa, Marino Bartoletti aveva ammesso di essere malato di tumore, nel corso di un’intervista a ‘Oggi è un altro giorno’. Alla conduttrice Serena Bortone aveva rivelato il brutto momento della sua vita con queste parole: “Ho avuto un tumore e forse ce l’ho ancora, perché le analisi definitive saranno fatte alla fine di giugno. Puoi immaginare con che pudore io possa manifestare questo tipo di cose. È giusto che si sappia perché siamo tra personaggi pubblici. È una cosa che è scoppiata la scorsa estate, per fortuna è stata presa per tempo. Devo benedire quattro angeli che si chiamano Eugenio, Carlo, Giovanni e Marinella che hanno dei titoli professionali oltre a dei nomi e dei cognomi, mi hanno dato una grande mano”.

Dopo mesi di apprensione, Marino Bartoletti ha sconfitto il tumore. Il giornalista ha scritto parecchi romanzi. L’ultima sua opera si intitola ‘La cena degli dei’, con la quale ha vinto il Premio Selezione Bancarella. Il 18 novembre è uscito il seguito, ‘Il ritorno degli dei’. Nel romanzo il protagonista è Enzo Ferrari, il quale incontra nell’aldilà Maradona e Paolo Rossi.