Tonga, l’incredibile storia di un 57enne sopravvissuto allo tsunami: ecco come si è salvato

Lisala Folau è sopravvissuto allo tsunami dopo essere stato trasportato dalle onde da un’isola all’altra per 8 km.

Un falegname disabile di 57 anni, Lisala Folau, è incredibilmente sopravvissuto alla furia dello tsunami che ha colpito Tonga nei giorni scorsi. La forza delle onde lo ha trascinato dall’isola di Atataa fino alla spiaggia di Tongatapu, a una distanza di circa 8 km. L’uomo è incredibilmente sopravvissuto dopo aver galleggiato in acqua per oltre 28 ore.

Queste le sue parole dopo essere stato tratto in salvo, rilasciate alla ‘Cnn’: “Ho gridato aiuto ma non c’era nessuno. Pensavo a mia nipote che era stata spazzata via, mentre io ero riuscito a sopravvivere”.

L’uomo è riuscito a stento a trascinarsi sulla strada dell’isola in cui era giunto. Qui è stato soccorso da una macchina.

L’incredibile storia di Lisala Folau: sopravvissuto allo tsunami dopo aver nuotato per 28 ore fra le onde

Lisala Folau stava imbiancando casa sua, quando è stato travolto dalla furia delle onde. L’eruzione sottomarina del vulcano Hunga Tonga-Hunga Ha’apai è avvenuta sabato 15 gennaio.

Il racconto di Lisala Folau è proseguito così: “Tenete presente che sono disabile. Non riesco a camminare bene. Credo che un bambino cammini più velocemente di me. Sono riuscito a rimanere a galla, sbattuto dalle onde che continuavano ad arrivare”. Sui social la sua incredibile storia è diventata virale e il 57enne di Tonga è diventato un supereroe denominato ‘Aquaman’.

Le comunicazioni con Tonga rimangono molto difficili e non ancora si sa il numero esatto di persone che hanno perso la vita in questa tragedia. Al momento sono disponibili solo i collegamenti satellitari.