Rifiuta di indossare la mascherina in aereo e mostra alla hostess il fondoschiena: rischia 20 anni di carcere

passeggero no mask

Un passeggero si è spinto troppo oltre su un volo Delta ed ora potrebbe essere anche condannato a 20 anni di prigione. Oltre ad aver rifiutato di mettere la mascherina ha insultato l’equipaggio, lanciato oggetti e compiuto gesti osceni

Follia a bordo di un aereo con conseguenza potenzialmente pesantissime per il passeggero indisciplinato. Rischia infatti di dover trascorrere fino a 20 anni dietro le sbarre un 29enne irlandese che, a bordo di un volo Delta New York-Dublino, ha dato in escandescenza quando gli è stato chiesto di indossare la mascherina, obbligatoria su tutti gli aerei come da protocolli internazionali anti Covid. Ma l’uomo, dichiaratamente no mask, non solo si è rifiutato di indossarla ma ha iniziato ad insultare l’equipaggio di fronte agli occhi attoniti degli altri passeggeri, per poi lanciare contro uno di loro una lattina. Infine, non soddisfatto, si è calato sia i pantaloni che le mutande per mostrare ad una hostess il suo fondoschiena.

LEGGI ANCHE =>> Si rifiuta di indossare la mascherina durante il volo: aereo con 129 passeggeri costretto a tornare indietro

Il 29enne è già comparso davanti al giudice

Ne dà notizia il Guardian sottolineando che l’episodio è avvenuto il 7 gennaio e che riguarda l’ex atleta professionista McInerney: l’uomo avrebbe dovuto raggiungere la Florida per iniziare un’attività lavorativa in un’accademia di calcio ma per i suoi comportamenti scellerati è finito in tribunale, graziato solo per il momento dal giudice che gli ha concesso la libertà. Ma il processo andrà avanti e se condannato potrebbe rischiare molti anni di carcere. Le regole a bordo dei voli vengono supervisionato dalla Federal Aviation Administration, l’ente che sovrintende al traffico aereo civile negli Stati Uniti e per chi non le rispetta vige la tolleranza zero. È il secondo caso segnalato in pochi giorni, dopo quello avvenuto su un aereo partito da Miami e diretto a Londra, costretto a tornare indietro a causa di una donna che non ha voluto indossare la mascherina.